Desir Mimetique

Désir mimétique

Un laboratorio di Jacopo Jenna

La Fondazione Palazzo Strozzi in collaborazione con l’artista Jacopo Jenna e il Lycée Victor Hugo ha promosso nel corso dell’anno scolastico 2016/17 un laboratorio dedicato al rapporto tra immagini e uso del corpo. L’attività è stata progettata da Jacopo Jenna e sviluppata insieme al Dipartimento Educazione di Palazzo Strozzi con l’obbiettivo di coinvolgere un gruppo di circa trenta bambini della scuola materna di età compresa tra i 4 e i 5 anni.

Il laboratorio si è svolto tra marzo e aprile 2017 nel corso di alcuni appuntamenti tenuti negli spazi del Lycée Victor Hugo di Firenze durante i quali i bambini sono stati coinvolti dall’artista in una serie di esercizi performativi che hanno previsto l’interazione dei partecipanti con alcuni video proiettati durante gli incontri.

Osservando le immagini in movimento sugli schermi i bambini coinvolti in piccoli gruppi hanno potuto lavorare sul concetto di imitazione ma anche sul valore dell’interpretazione personale, creando delle vere e proprie coreografie basate sulla visione dei documentari e film mostrati durante gli incontri.

Al termine del calendario di attività è stato realizzato un video che documenta l’ultima fase del laboratorio in cui i bambini si confrontano con alcuni esempi di coreografie dell’ultimo secolo, dai balletti di Nižinskij ai passi di danza hip-hop. I movimenti, talvolta complicati, si sono trasformati in una nuova danza in cui l’errore diventa un elemento di novità che trasforma il processo di imitazione nella creazione di qualcosa di nuovo.

Il video integrale è stato proiettato a Palazzo Strozzi il 1° giugno 2017 in occasione della #StrozziNight

 

Jacopo Jenna è un coreografo, performer e filmaker fiorentino che con i propri lavori indaga la percezione della danza e la coreografia come pratica estesa. Dopo la laurea in Sociologia si è formato presso Codarts (Rotterdam Dance Academy). I sui lavori sono stati presentati all’interno di festival e istituzioni come Centrale Fies, Cango, MaRT, Contemporanea Festival, Centro Luigi Pecci, Fabbrica Europa, CROSS International Performance Award. Il titolo del progetto è un riferimento libero al concetto di “desiderio mimetico” teorizzato dell’antropologo francese René Girard il quale sostenne che l’imitazione umana è alla base di molti fenomeni che caratterizzano il nostro comportamento.

 

Si ringraziano per la collaborazione il preside del Lycée Victor Hugo Jean-Pierre Pinto, il direttore della scuola elementare Christian Zyla, le insegnanti Fanny Pasteur, Celine Chabanet, Judite Daigle Doucet, Marine Droux e Marina Esposito.

Info: edu@palazzostrozzi.org
Condividi!

Palazzo Strozzi non è solo mostre ma un luogo dove sperimentare nuove modalità per rapportarsi all’arte, con attività per scuole, famiglie, giovani e adulti.
Il punto di partenza di ogni progetto è la relazione con l’opera d’arte, il confronto con la storia e la cultura di ogni epoca, per suggerire un nuovo modo di osservare il passato e riflettere sul presente.
Conversazioni in mostra, visite, laboratori e progetti di accessibilità offrono a tutti la possibilità di fare esperienze coinvolgenti e stimolanti: a Palazzo Strozzi ognuno può trovare il proprio modo di incontrare l’arte.

Socialize!

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi ricevere informazioni su tutti gli eventi e le attività di Palazzo Strozzi? Inserisci il tuo indirizzo e-mail:

La tua e-mail sarà al sicuro: non riceverai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click!