Anni ‘30

Arti in Italia oltre il fascismo

Contrasti

Dibattiti e conflittualità, in campo artistico, vedono intrecciarsi ragioni estetiche e ideologiche. Il contrasto tra modernità e tradizione si acuisce, sfociando, quando la situazione politica internazionale si radicalizza, nella drammatica questione dell’“arte degenerata”, che la Germania ufficializza in termini di scontro aperto.
A Monaco vengono inaugurate, nel 1937, due mostre di segno opposto: a quella di Entartete Kunst, in cui sono presentate le opere delle avanguardie, requisite nei musei tedeschi e vietate dal regime nazista, fa da contraltare la Grande esposizione d’arte tedesca, con dipinti e sculture che celebrano, in forme tradizionali, il popolo germanico e il potere del Reich. In Italia il contrasto, esploso con le leggi razziali del 1938, si riflette, intorno al 1940, nel conflitto tra il “reazionario” Premio Cremona, voluto dal gerarca Roberto Farinacci, caratterizzato dalla glorificazione del fascismo attraverso opere illustrative, e il Premio Bergamo, modernamente provocatorio in alcune proposte, che aveva il sostegno di Giuseppe Bottai, Ministro dell’Educazione Nazionale.


Condividi!

La Fondazione Palazzo Strozzi offre nel corso dell’anno un ricco programma di mostre di alta qualità e di livello internazionale.

All’interno della cornice di uno dei capolavori dell’architettura rinascimentale fiorentina, negli spazi del Piano Nobile e della Strozzina, la Fondazione organizza esposizioni d’arte che spaziano dall’arte antica al Rinascimento fino all’epoca moderna e all’arte contemporanea.

Da: 22 settembre 2012
A: 27 gennaio 2013


Socialize!

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi ricevere informazioni su tutti gli eventi e le attività di Palazzo Strozzi? Inserisci il tuo indirizzo e-mail:

La tua e-mail sarà al sicuro: non riceverai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click!