La Primavera del Rinascimento

La scultura e le arti a Firenze 1400-1460

Firenze 1401: l’alba del Rinascimento

I rilievi del Sacrificio di Isacco realizzati da Lorenzo Ghiberti e Filippo Brunelleschi per il concorso del 1401, che avrebbe assegnato al vincitore la seconda porta del Battistero, costituiscono una pietra miliare della storia dell’arte. Ancora sostenuti dalla tradizione del Gotico internazionale, i due rilievi dimostrano la conoscenza da parte dei due artisti, allora giovanissimi e che saranno tra i protagonist assoluti del Rinascimento, dei capolavori della scultura antica.
Brunelleschi cita il famoso Spinario, mentre Ghiberti il Torso di centauro. Fa loro da sfondo il Modello ligneo della Cupola del Brunelleschi – qui non scultore, ma sommo architetto – in cui si riassume la nuova concezione dello spazio e della storia, che ha origine a Firenze. Intorno alla cattedrale – «erta sopra e’ cieli, ampla da coprire chon sua ombra tutti e popoli toscani», come scrive Leon Battista Alberti – nasce un nuovo linguaggio espressivo che trasforma la “Città del giglio” in capitale artistica del Rinascimento.


Condividi!

La Fondazione Palazzo Strozzi offre nel corso dell’anno un ricco programma di mostre di alta qualità e di livello internazionale.

All’interno della cornice di uno dei capolavori dell’architettura rinascimentale fiorentina, negli spazi del Piano Nobile e della Strozzina, la Fondazione organizza esposizioni d’arte che spaziano dall’arte antica al Rinascimento fino all’epoca moderna e all’arte contemporanea.

Da: 23 marzo 2013
A: 18 agosto 2013


Socialize!

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi ricevere informazioni su tutti gli eventi e le attività di Palazzo Strozzi? Inserisci il tuo indirizzo e-mail:

La tua e-mail sarà al sicuro: non riceverai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click!