Anni ‘30

Arti in Italia oltre il fascismo

Giovani e ”irrealisti”

Il carattere cosmopolita dell’arte italiana del periodo si coglie soprattutto in pittori e scultori delle generazioni più giovani, aperti a suggestioni europee e internazionali. I loro principali centri di riferimento sono Milano e Roma, dotati ciascuno di una propria specificità ma legati da fitte reti di scambi e influenze reciproche, e funzionanti da poli d’attrazione per artisti provenienti da tutta Italia. Così a Milano trova il trampolino di lancio il gruppo dei siciliani, guidato da Guttuso, che espone nella Galleria del Milione allacciando rapporti sia con i giovani attivi nel capoluogo lombardo – principalmente Sassu e Birolli – sia con i romani, innanzitutto Cagli.
Alcuni artisti delle nuove generazioni si esprimono in termini non naturalistici, non imitativi della realtà: sono i futuristi e gli astrattisti, che parte della critica del tempo accomuna nella categoria degli “irrealisti”.


Condividi!

La Fondazione Palazzo Strozzi offre nel corso dell’anno un ricco programma di mostre di alta qualità e di livello internazionale.

All’interno della cornice di uno dei capolavori dell’architettura rinascimentale fiorentina, negli spazi del Piano Nobile e della Strozzina, la Fondazione organizza esposizioni d’arte che spaziano dall’arte antica al Rinascimento fino all’epoca moderna e all’arte contemporanea.

Da: 22 settembre 2012
A: 27 gennaio 2013


Socialize!

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi ricevere informazioni su tutti gli eventi e le attività di Palazzo Strozzi? Inserisci il tuo indirizzo e-mail:

La tua e-mail sarà al sicuro: non riceverai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click!