Picasso e la modernità spagnola

Opere dalla collezione del Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía

Realtà e sopra-realtà

Nelle esperienze spagnole della modernità si è attuata un’evoluzione rapida e precoce di quello che viene definito Realismo magico. Ma nell’arte moderna spagnola si è anche stabilita una dialettica particolare tra reale e sopra-reale: la poetica del reale è andata nella direzione del Surrealismo e il Surrealismo ha proposto un nuovo incontro con la realtà. Picasso ha dato conto di questa eco in incisioni e disegni, mentre Dalí ha fatto di questo spostamento il principio della sua teoria sulla “paranoia critica”.
Gli artisti del Noucentisme spagnolo – Sunyer, Arteta, Vázquez Díaz – si sono spostati verso la poetica realista, ma attraverso il drammatico, il misterioso, il senso del sogno. José Gutiérrez Solana, pittore della España Negra, pur non essendo un innovatore ha fascinato i rinnovatori per il suo realismo indirizzato verso le poetiche dell’orrido e del sinistro. E, in un diverso momento storico, Antonio López, fondatore del realismo spagnolo del dopoguerra, ha introdotto nelle sue prime opere la compresenza delle sensazioni di reale e irreale.


Condividi!

La Fondazione Palazzo Strozzi offre nel corso dell’anno un ricco programma di mostre di alta qualità e di livello internazionale.

All’interno della cornice di uno dei capolavori dell’architettura rinascimentale fiorentina, negli spazi del Piano Nobile e della Strozzina, la Fondazione organizza esposizioni d’arte che spaziano dall’arte antica al Rinascimento fino all’epoca moderna e all’arte contemporanea.

Da: 20 settembre 2014
A: 25 gennaio 2015


Socialize!

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi ricevere informazioni su tutti gli eventi e le attività di Palazzo Strozzi? Inserisci il tuo indirizzo e-mail:

La tua e-mail sarà al sicuro: non riceverai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click!