Speciali

Biglietti e Prenotazioni

Biglietto The Florence Experiment (19 aprile-26 agosto 2018) € 7,00 Intero € 5,00 Maggiori di 65 anni, giovani fino ai 26 anni, categorie convenzionate (Soci ACI, ARCI, COOP, TCI, FAI), biglietti o abbonamenti ATAF, BUSITALIA, Autolinee Chianti Valdarno e Mugello Valdisieve, possessori biglietti o abbonamenti Opera di Firenze/Maggio Musicale Fiorentino, ORT-Orchestra della Toscana, Teatro della Toscana, possessori carta imbarco di un volo Alitalia, coupon Mercato Centrale Firenze, Gallerie d’Italia (Banca Intesa), possessori Carta Più e Carta MultiPiù Feltrinelli, insegnanti con Card Edumusei, possessori biglietti Centro Pecci. € 4,00 Ragazzi dai 6 ai 18 anni, giovani fino ai 26 anni e studenti universitari il giovedì dalle ore 18.00, possessori MaggioCard, Pergola26. Gratuito Amici di Palazzo Strozzi, giornalisti con tessera professionale previo accredito, guide turistiche, Soci ICOM. Speciale biglietto 2×1 € 7,00: due biglietti al prezzo di uno a tutti i titolari CartaFreccia in possesso di biglietti delle Frecce con destinazione Firenze (con data di viaggio antecedente al massimo 5 giorni da quella della visita) e a tutti i possessori abbonamenti Regionali Toscana Trenitalia. Biglietto Famiglia € 14,00 Per tutte le famiglie composte da uno o due adulti e almeno un ragazzo dai 6 ai 18 anni (max. 6 persone).   Congiunto mostra Nascita di una Nazione. Tra Guttuso, Fontana e Schifano (16 marzo-22 luglio 2018) € 14,00 Intero € 11,50 Maggiori di 65 anni, giovani fino ai 26 anni, gruppi organizzati (min. 10 persone) con prenotazione, categorie convenzionate (Soci ACI, ARCI, COOP, TCI, FAI), biglietti o abbonamenti ATAF, BUSITALIA, Autolinee Chianti Valdarno e Mugello Valdisieve, possessori biglietti o abbonamenti Opera di Firenze/Maggio Musicale Fiorentino, ORT-Orchestra della Toscana, Teatro della Toscana, possessori carta imbarco di un volo Alitalia, coupon Mercato Centrale Firenze, Gallerie d’Italia (Banca Intesa), possessori Carta Più e Carta MultiPiù Feltrinelli, insegnanti con Card Edumusei, possessori biglietti Centro Pecci. € 10,50 Clienti di Banca CR Firenze e Gruppo Intesa Sanpaolo € 6,00 Ragazzi dai 6 ai 18 anni, giovani fino ai 26 anni e studenti universitari il giovedì dalle ore 18.00, gruppi scuole e università, possessori MaggioCard, Pergola26. Biglietto Famiglia € 30,00 Per tutte le famiglie composte da uno o due adulti e almeno un ragazzo dai 6 ai 18 anni (max. 6 persone).   Avvertenze Sei un docente o hai 18 anni? Puoi utilizzare la 18app o la Carta del Docente per visitare le mostre di Palazzo Strozzi. Maggiori informazioni →   PRENOTAZIONI La prenotazione è obbligatoria solo per i gruppi e per le scuole. Costo prevendita a biglietto (escluso scuole) € 1,00 Prenotazioni: Sigma CSC lunedì-venerdì, 9.00-13.00; 14.00-18.00 Tel. +39 055 2469600 / Fax +39 055 244145 prenotazioni@palazzostrozzi.org

Museo del Vetro di Empoli e Nascita di una Nazione

Da lunedì 23 marzo e in occasione della mostra Nascita di una Nazione. Tra Guttuso, Fontana e Schifano, l’Amministrazione Comunale di Empoli ha scelto di ospitare al Museo del Vetro alcune delle opere della Galleria d’Arte Moderna e della Resistenza, istituita nel dicembre del 1974 con l’obiettivo di stimolare l'interesse della cittadinanza, e in particolare delle giovani generazioni, nei confronti della Resistenza e dell'arte moderna nel territorio locale e toscano. Nella selezione si sono privilegiate le opere di quella che la critica oramai definisce esponenti della ‘scuola empolese’ di cui fecero parte, a vario titolo, Dante Vincelle, Nello e Renato Alessandrini, Virgilio Carmignani, Mario Maestrelli, Sineo Gemignani e Gino Terreni. Un gruppo di artisti che, nell’appartata Empoli, riuscirono a declinare in modo personale la pluralità di stimoli provenienti dall’ambiente fiorentino, romano e milanese mantenendo però saldo il legame con la tradizione, ritenuta fondamento di ogni innovazione. Anche per questo, molti di loro, recuperarono con sapienza la tecnica dell’affresco. Tra le opere esposte si ricordano Massaia e Incidente sul lavoro di Carmignani, di cui sono esposti anche alcuni disegni del tempo di prigionia, Il vetraio e La cooperazione di Sineo Gemignani, gli Autoritratti di Mario Maestrelli.  

FUORIMOSTRA di Nascita di una Nazione

Al fine di esaltare la fondamentale rete di collaborazioni con musei e istituzioni del territorio, Palazzo Strozzi propone il FUORIMOSTRA di Nascita di una Nazione: un itinerario tra luoghi di Firenze e della Toscana che si pone l’obiettivo di valorizzare mete e beni del territorio, pubblicato in formato digitale e cartaceo.   Scarica lo speciale Fuorimostra fuorimostra_ndn-copertina

Palazzo Strozzi alle Oblate e nelle biblioteche Comunali fiorentine

Palazzo Strozzi organizza presentazioni delle mostre e laboratori per famiglie in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e altre biblioteche cittadine. In occasione di Nascita di una Nazione, Palazzo Strozzi collabora con le biblioteche che ospiteranno conferenze di approfondimento della mostra e un ciclo di attività per famiglie con bambini dai 5 ai 10 anni dal titolo Prendi parte all’arte, un’occasione per riflettere su tecniche e linguaggi dell’arte. Tutte le attività sono a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. Per i laboratori è necessaria la prenotazione.   PRESENTAZIONI DELLA MOSTRA Martedì 20 marzo, ore 18.30 Biblioteca delle Oblate (Firenze, via dell’Oriuolo 24) di Arturo Galansino e Ludovica Sebregondi Ingresso libero fino a esaurimento posti Venerdì 20 aprile, ore 17.00 Biblioteca Comunale Mario Luzi (Firenze, via Ugo Schiff 8) di Martino Margheri Ingresso libero fino a esaurimento posti Giovedì 10 maggio, ore 18.00 BiblioteCaNova Isolotto (Firenze, via Chiusi 3/4) di Alessio Bertini Ingresso libero fino a esaurimento posti Martedì 5 giugno, ore 17.00 Biblioteca Thouar (Firenze, Piazza Tasso 3) di Ludovica Sebregondi Ingresso libero fino a esaurimento posti   LABORATORIO PER FAMIGLIE Prendi parte all’arte Attività per famiglie con bambini da 5 a 10 anni. BiblioteCaNova Isolotto (Via Chiusi 4/3 A): Sabato 7 aprile, ore 16.00 Prenotazioni: tel. +39 055 710834 Biblioteca delle Oblate – Sezione ragazzi (Via Dell’Oriuolo, 24): Sabato 14 aprile, ore 11.00 Sabato 12 maggio, ore 11.00 Sabato 26 maggio, ore 11.00 Prenotazioni: tel. +39 055 2616512 Biblioteca dell’Orticoltura (via Vittorio Emanuele II, 4; via Bolognese, 17): Sabato 21 aprile, ore 16.00 Prenotazioni: tel. +39 055 4627142 Biblioteca Comunale Lastra a Signa (Lastra a Signa FI, Via Palmiro Togliatti, 37): Sabato 28 aprile, ore 11.00 Prenotazioni: tel. +39 055 3270122 Biblioteca Pietro Thouar (Piazza Tasso 3): Sabato 5 maggio, ore 16.00 Prenotazioni: tel. +39 055 2398740 Biblioteca Tiziano Terzani (Campi Bisenzio FI, Via di Limite, 15): Giovedì 17 maggio, ore 17.00 Prenotazioni: tel. +39 055 8959600 Biblioteca Civica di Scandicci (Scandicci FI, Via Roma, 38/a) Sabato 19 maggio, ore 16.00 Prenotazioni: tel. +39 055 7591863   Prenotazioni presso le Biblioteche coinvolte. Maggiori informazioni: edu@palazzostrozzi.org

Al cinema con Palazzo Strozzi

In occasione della mostra Nascita di una Nazione, Fondazione Palazzo Strozzi propone un ciclo dedicato a grandi autori della storia del cinema italiano come Luchino Visconti, Elio Petri, Michelangelo Antonioni e Pierpaolo Pasolini, che attraverso i loro film e il loro sguardo hanno saputo raccontare caratteri, contraddizioni e visioni dell’Italia tra gli anni Cinquanta e Sessanta. Tutte le proiezioni si tengono presso il Cinema Odeon (Firenze, piazza Strozzi/via degli Anselmi). Ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili.   CALENDARIO Lunedì 7 maggio, ore 21 Senso di Luchino Visconti, 1954, 115’, ITA Lunedì 14 maggio, ore 21 Deserto Rosso di Michelangelo Antonioni, 1964, 120’ Lunedì 21 maggio, ore 21 La decima vittima di Elio Petri, 1965, 90’, ITA Lunedì 28 maggio, ore 21 Teorema di Pierpaolo Pasolini, 1968, 98’, ITA

CICLO DI CONFERENZE “Italia ’48-’68: arte, storia e società”

In occasione della mostra Nascita di una Nazione, Fondazione Palazzo Strozzi propone un ciclo di conferenze che attraverso il contributo di importanti studiosi permette di approfondire i contenuti della mostra: nove speciali incontri “dentro” luoghi – anche inusuali – legati al periodo 1948-1968 a Firenze e in Toscana, per vivere e comprendere un periodo vivacissimo della storia italiana. Tutti gli incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili. CALENDARIO Mercoledì 9 maggio, ore 18.00: Altana di Palazzo Strozzi Paul Ginsborg, La giovane Repubblica: esperienze e immagini dell’Italia 1948-1968 Mercoledì 16 maggio, ore 18.00: Istituto francese di Firenze Tristan Garcia, Una libertà sognata 1968-2018 Sabato 19 maggio, ore 16.00: Pieve Santo Stefano, Piccolo Museo del Diario Camillo Brezzi, Diana Toccafondi, Segni di memoria, semi di storia. La nascita di una Nazione negli archivi e nei diari degli italiani In collaborazione con Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano e Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana. Mercoledì 23 maggio, ore 17.00: Archivio Storico del Comune di Firenze Luca Brogioni e Giulio M. Manetti, Firenze 1948-1968. Estetica della ricostruzione tra continuità e rottura Mercoledì 30 maggio, ore 17.00: Accademia delle Arti del Disegno Arte a Firenze 1948-1968: testimonianze Giovedì 7 giugno, ore 17.30: Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Claudio Marazzini, Dalla Repubblica costituzionale al Sessantotto: vent’anni di storia linguistica italiana In collaborazione con Accademia della Crusca. Mercoledì 13 giugno, ore 16.30: Sede Rai Toscana Luca Scarlini, Signore & Signori: la metamorfosi italiana tra anni ’50 e ’60. Personaggi e interpreti di un momento di cambiamento Mercoledì 20 giugno, ore 16.30: Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana Carlo Savona, Il Quartetto Cetra: rilettura musicale della storia d’Italia (dall’archivio Savona-Mannucci), introduce Diana Toccafondi. Mercoledì 27 giugno, ore 18.00: Palazzo Strozzi, Sala Ferri Chiara Toti, Guttuso e Schifano al Maggio Musicale Fiorentino In collaborazione con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.   EVENTO SPECIALE Giovedì 5 aprile, ore 17.00: Lyceum Club Internazionale di Firenze Gli anni Sessanta a Firenze con il Commissario Bordelli e il Colonnello Arcieri Marco Vichi, Leonardo Gori con Ludovica Sebregondi e Lorenzo Degl'Innocenti: parole, musica, immagini. Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.   MOSTRE COLLATERALI 23 marzo-22 luglio 2018 Empoli, Museo del Vetro di Empoli, Selezione di pittori empolesi 19 maggio-3 giugno 2018 Pieve Santo Stefano, Piccolo museo del diario, Segni di memoria

Il Ninfeo segreto

Visite ed eventi alla scoperta della Fonte di Fata Morgana
In occasione della mostra Il Cinquecento a Firenze, che vede tra le opere esposte anche la statua della Fata Morgana, il Comune di Bagno a Ripoli in collaborazione con il Sistema Museale del Chianti e del Valdarno Fiorentino organizza una  conferenza a cura del prof. Antonio Natali e apre gratuitamente ai visitatori le porte del Ninfeo dedicato alla fata. Fatto costruire tra 1571 e 1574 da Bernardo Vecchietti sul pendio di un colle nel parco della sua villa “Il Riposo”, questo luogo di svaghi e delizie in cui rifugiarsi dal caldo estivo fu ornato con la statua marmorea del Giambologna.   PROGRAMMA Venerdì 24 novembre, ore 17.00, Oratorio di Santa Caterina, via del Carota, Bagno a Ripoli (loc. Ponte a Ema): Lascivia e divozione. Il Cinquecento fiorentino e Bernardo Vecchietti, lectio magistralis del prof. Antonio Natali. Ingresso libero fino a esaurimento posti Aperture straordinarie Ninfeo domenica 19 novembre dalle 14.00 alle 16.00 domenica 26 novembre dalle 14.00 alle 16.00 domenica 17 dicembre dalle 14.00 alle 16.00 domenica 14 gennaio dalle 14.00 alle 16.00 Visite a cura degli Amici del Museo di Impruneta e San Casciano in Val di Pesa “Marcello Possenti”. Prenotazioni Prenotazione obbligatoria: le visite saranno effettuate ogni trenta minuti per gruppi al massimo di 10 persone. Per info e prenotazioni: Ufficio Cultura tel. 055/643358; e-mail: silvia.diacciati@comune.bagno-a-ripoli.fi.it Come arrivare Il Ninfeo è raggiungibile dal centro di Grassina, sia in auto che a piedi (2 km circa da piazza Umberto I). Dalla SR 222 Chiantigiana svoltare in via Tegolaia e proseguire poi su via Pian di Grassina; dopo 300 m imboccare sulla destra via delle Fonti e percorrerla per circa 1,5 km, finché sulla sinistra sarà visibile il Ninfeo. La campagna in cui sorge l'edificio è molto bella: per chi ne ha la possibilità, si consiglia di percorrerla a piedi. Per chi, invece, giungerà in auto è predisposta un'area di sosta appena prima di arrivare al Ninfeo.

Ciclo di conferenze

Il ciclo di incontri, a cura dell’Associazione Senzacornice, promosso dalla Fondazione Palazzo Strozzi, è pensato come un racconto parallelo e sinergico al percorso espositivo della mostra Utopie Radicali. Gli incontri verteranno su alcuni temi che hanno contraddistinto la sperimentazione e il pensiero critico dell’architettura radicale, fiorentina e non.   CALENDARIO CONFERENZE Giovedì 30 novembre 2017, ore 18.30 Interdisciplinarità Alessandra Acocella e Caterina Toschi Storiche dell’arte e co-fondatrici dell’Associazione Senzacornice, hanno curato il volume Arte a Firenze 1970-2015. Una città in prospettiva (2016, Quodlibet) e il convegno Memorie del contemporaneo (Firenze, novembre 2016). Giovedì 7 dicembre 2017, ore 18.30 Ambientalismo Giovanni Bartolozzi Architetto e designer, insegna presso la Facoltà di Architettura di Firenze. Nel 2014 ha curato, presso Base Progetti per l’Arte, il ciclo di eventi Radical Tools. Giovedì 14 dicembre 2017, ore 18.30 Divertimento Marco Ornella con Elettra Fiumi Marco Ornella è progettista e curatore, nel 2015 pubblica 9999. An Alternative to One-Way Architecture (Editore Plug_In) prima monografia sul gruppo 9999, a cui seguono saggi e articoli sul tema e la prima monografica Rivoluzione 9999 (Firenze, 2017). In collaborazione con Museo Novecento, Firenze. Introduce Valentina Gensini.   Tutti gli incontri si terranno nella Sala Ferri nel cortile di Palazzo Strozzi. Ingresso libero fino esaurimento posti.

Visite guidate allo studio di Leonardo Savioli

Le visite guidate allo studio di Leonardo Savioli al Galluzzo realizzate in collaborazione con Fondazione Palazzo Strozzi in occasione della mostra Utopie Radicali. Oltre l’architettura: Firenze 1966-1976 (Strozzina, Palazzo Strozzi 20 ottobre 2017-21 gennaio 2018) , si inseriscono in un percorso di valorizzazione di un patrimonio innovativo di esperienze, saperi e sensibilità, che ha formato diverse generazioni di architetti, a cominciare proprio da quella delle utopie radicali, che oggi, come allora, scoprono un universo di visioni progettuali ancora attuale. CALENDARIO DELLE VISITE Sabato 4 novembre 2017 ore 10.00 e ore 11.30 Sabato 2 dicembre 2017 ore 10.00 e ore 11.30 Sabato 13 gennaio 2018 ore 10.00 e ore 11.30 Studio di Leonardo Savioli Via delle Romite, 12A, Galluzzo, Firenze La visite sono gratuite fino a esaurimento dei posti PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA Sigma CSC da lunedì a venerdì 9.00-13.00; 14.00-18.00 Tel. +39 055 2469600 - Fax +39 055 244145 prenotazioni@palazzostrozzi.org   Le visite si inseriscono nel programma di iniziative per l’autunno 2017 “Leonardo Savioli 100. L’eredità di un architetto toscano a un secolo dalla nascita”, dedicato al centenario della nascita del celebre architetto del Novecento toscano Leonardo Savioli (1917-1982). Articolate in vari luoghi dell’area fiorentina e della Toscana, le attività coinvolgono alcune tra le più importanti istituzioni locali e nazionali e sono rivolte alla scoperta delle opere, dei progetti e del pensiero di Savioli, come chiave di sensibilizzazione nei confronti del patrimonio culturale e architettonico toscano. Leonardo Savioli 100 è un progetto di Fondazione Giovanni Michelucci, Regione Toscana, Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci Prato, Archivio di Stato di Firenze, Fondazione Architetti Firenze, Tempo Reale realizzato con il sostegno di Città Metropolitana di Firenze.

Mercato Centrale ospita l’Urboeffimero di UFO

Domenico Montano, direttore generale di Mercato Centrale Firenze, racconta il coinvolgimento nella mostra Utopie Radicali come “un nuovo incontro con artisti e architetti che ripropone la volontà di MCF di creare occasioni democratiche per la fruizione di arte e cultura. Una riflessione verso l’arte di oggi e la città di oggi che continuerà”. È in quest’ottica che il quarto momento dedicato all'arte contemporanea al Mercato Centrale vede crescere il progetto e il rapporto con la città: MCF incontra - di nuovo rafforzandone il legame - Palazzo Strozzi, che dal 20 Ottobre 2017 al 21 Gennaio 2018 accoglie negli spazi della Strozzina la mostra Utopie Radicali. Proprio in occasione della mostra, al Mercato Centrale Firenze sarà esposta una installazione della serie Urboeffimeri di UFO. Gli UFO sono stati il gruppo più ironico e dirompente nello scenario dell’architettura radicale fiorentina, fondato nel 1967 sull’onda della contestazione studentesca che coinvolse la facoltà di architettura di Firenze. Nel febbraio 1968 occuparono il complesso di San Clemente, dove iniziò la produzione della serie Urboeffimeri, strutture tubolari gonfiabili di polietilene, diventate icona del movimento studentesco, usati di volta in volta come strumenti di lotta e stimoli di comportamento. L’Urboeffimero n.5 (lunghezza 12 mt.) sarà sospeso al centro della navata del Mercato e illuminato da un sistema di fari che lo renderanno visibile anche di sera. Inoltre, gli slogan provocatori che caratterizzano la serie di gonfiabili saranno riportati sulle vetrate di facciata del Mercato e per tutta la lunghezza delle navate. Se nel 1968 i gonfiabili si ritrovavano in contesti iconici della città di Firenze come Piazza del Duomo o Piazza della Signoria, in occasione della mostra saranno posti in dialogo con l’architettura rinascimentale del cortile di Palazzo Strozzi e con quella di fine Ottocento del Mercato, creando un cortocircuito tra happening e architettura, arte e politica. Il Mercato Centrale insieme a Palazzo Strozzi diventa tappa significativa e parte di un progetto che racconta la rivoluzione creativa, motore dello sviluppo delle arti a livello internazionale.

FUORIMOSTRA del Cinquecento a Firenze e in Toscana

Al fine di esaltare la fondamentale rete di collaborazioni con musei e istituzioni del territorio e la collaborazione con la Direzione Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno, Palazzo Strozzi propone il FUORIMOSTRA del Cinquecento a Firenze e in Toscana: un ampio itinerario tra luoghi di Firenze e della Toscana che si pone l’obiettivo di valorizzare mete e beni del territorio e celebrare una stagione unica per la storia dell’arte. Questo percorso, pubblicato in formato digitale e cartaceo, è realizzato grazie alla collaborazione di Toscana Promozione Turistica e Regione Toscana.   Scarica lo speciale Fuorimostra                       Scarica la mappa          

Ciclo di Conferenze

"Nei luoghi del Cinquecento a Firenze e in Toscana"

In occasione della mostra la Fondazione Palazzo Strozzi propone un ciclo di conferenze a cura di Ludovica Sebregondi che attraverso il contributo di importanti studiosi permette di approfondire i contenuti della mostra: otto speciali incontri “dentro” luoghi-simbolo del Cinquecento a Firenze e in Toscana, per vivere e comprendere – complice la suggestione degli spazi – un periodo straordinario della storia della città. Tutti gli incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili.   CALENDARIO Martedì 10 ottobre, ore 17.00 Santa Maria Novella: gli anni vasariani Chiesa di Santa Maria Novella: Padre Manolo Puppini, Anna Bisceglia Martedì 17 ottobre, ore 16.30 Il restauro della cappella Capponi Chiesa di Santa Felicita: Daniele Rapino Martedì 24 ottobre, ore 17.00 La Cappella di San Luca, devozione e orgoglio accademico Cappella dei Pittori, Chiostro della Santissima Annunziata: Cristina Acidini Martedì 7 novembre, ore 17.00 Santa Croce vasariana Basilica di Santa Croce: Ludovica Sebregondi Sabato 11 novembre, ore 18.00 Rosso Fiorentino, arcaismi e stravaganze Volterra, Casa Torre Toscano, Sala Melani: Carlo Falciani Martedì 14 novembre, ore 17.00 Il Cinquecento a San Marco Chiesa di San Marco: Claudio Paolini Martedì 21 novembre, ore 17.00 La cena del tradimento Museo del Cenacolo di Andrea del Sarto: Stefano Casciu e Cristina Gnoni introducono Antonio Natali Martedì 28 novembre, ore 17.00 Il restauro del Dio fluviale di Michelangelo Accademia delle Arti del Disegno: Giorgio Bonsanti Sabato 2 dicembre, ore 17.00 Case d'artista in Toscana nel Cinquecento di Cristina Acidini Il Libro “d’infinitissimi disegni” di Giorgio Vasari: il dibattito, i documenti e un nuovo progetto di Alessandra Baroni Vannucci Introduzione di Pier Luigi Rossi, Primo Rettore della Fraternita Arezzo, Fraternita dei Laici, Palazzo di Piazza Grande

Palazzo Strozzi alle Oblate e nelle biblioteche Comunali fiorentine

Palazzo Strozzi organizza presentazioni delle mostre e laboratori per famiglie in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e altre biblioteche cittadine. In occasione di Il Cinquecento a Firenze, Palazzo Strozzi collabora con le biblioteche che ospiteranno conferenze di approfondimento della mostra e un ciclo di attività per famiglie con bambini dai 5 ai 10 anni dal titolo Prendi parte all’arte, un’occasione per riflettere su tecniche e linguaggi dell’arte. Tutte le attività sono a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. Per i laboratori è necessaria la prenotazione.   PRESENTAZIONI DELLA MOSTRA

Mercoledì 27 settembre, ore 18.30 Biblioteca delle Oblate (Firenze, via dell’Oriuolo 24) di Carlo Falciani e Antonio Natali Ingresso libero fino a esaurimento posti
Mercoledì 18 ottobre, ore 17.30 BiblioteCaNova Isolotto (Firenze, via Chiusi 3/4) di Alessio Bertini Ingresso libero fino a esaurimento posti
Mercoledì 8 novembre, ore 17.00 Biblioteca Comunale Mario Luzi (Firenze, via Ugo Schiff 8) di Ludovica Sebregondi Ingresso libero fino a esaurimento posti
Mercoledì 29 novembre, ore 17.00 Biblioteca Thouar (Firenze, Piazza Tasso 3) di Martino Margheri Ingresso libero fino a esaurimento posti
  LABORATORIO PER FAMIGLIE Prendi parte all’arte Attività per famiglie con bambini da 5 a 10 anni. Biblioteca delle Oblate – Sezione ragazzi (Via Dell’Oriuolo, 24): Sabato 14 ottobre, ore 11.00 Sabato 11 novembre, ore 11.00 Sabato 16 dicembre, ore 11.00 Prenotazioni: tel. +39 055 2616512 Biblioteca dell’Orticoltura (via Vittorio Emanuele II, 4; via Bolognese, 17): Sabato 7 ottobre, ore 16.00 Prenotazioni: tel. +39 055 4627142 Biblioteca Pietro Thouar (Piazza Tasso 3): Sabato 21 ottobre, ore 16.00 Prenotazioni: tel. +39 055 2398740 BiblioteCaNova Isolotto (Via Chiusi 3/4): Sabato 28 ottobre, ore 16.30 Prenotazioni: tel. +39 055 710834 Biblioteca Tiziano Terzani (Campi Bisenzio FI, Via di Limite, 15) Giovedì 16 novembre, ore 17.00 Prenotazioni: tel. +39 055 8959600 Biblioteca Civica di Scandicci (Scandicci FI, Via Roma, 38/a) Sabato 18 novembre, ore 16.00 Prenotazioni: tel. +39 055 7591863 Biblioteca Comunale Lastra a Signa (Lastra a Signa FI, Via Palmiro Togliatti, 37) Sabato 2 dicembre, ore 11.00 Prenotazioni: tel. +39 055 3270122   Prenotazioni presso le Biblioteche coinvolte. Maggiori informazioni: edu@palazzostrozzi.org

Biglietti e Prenotazioni

Biglietto mostra Utopie Radicali (Strozzina, 20 ottobre 2017-21 gennaio 2018) € 5,00 Intero € 4,00 Maggiori di 65 anni, giovani fino ai 26 anni, gruppi organizzati (min. 10 persone) con prenotazione, categorie convenzionate (Soci ACI, ARCI, COOP, TCI, FAI), biglietti o abbonamenti ATAF, BUSITALIA, Autolinee Chianti Valdarno e Mugello Valdisieve, possessori biglietti o abbonamenti Opera di Firenze/Maggio Musicale Fiorentino, ORT-Orchestra della Toscana, Teatro della Toscana, possessori carta imbarco di un volo Alitalia, coupon Mercato Centrale Firenze, Gallerie d’Italia (Banca Intesa), possessori Carta Più e Carta MultiPiù Feltrinelli, insegnanti con Card Edumusei, possessori biglietti Museo Novecento Firenze, Centro Pecci. € 3,00 Ragazzi dai 6 ai 18 anni, giovani fino ai 26 anni e studenti universitari il giovedì dalle ore 18.00, gruppi scuole e università, possessori MaggioCard, Pergola26. Gratuito Bambini di età inferiore ai 6 anni, visitatori con disabilità e accompagnatori, accompagnatori di gruppi, insegnanti con classe, giornalisti con tessera professionale previo accredito, guide turistiche, Soci ICOM, possessori Firenzecard, Amici di Palazzo Strozzi. Speciale biglietto 2×1 € 5,00: due biglietti al prezzo di uno a tutti i titolari CartaFreccia in possesso di biglietti delle Frecce con destinazione Firenze (con data di viaggio antecedente al massimo 5 giorni da quella della visita) e a tutti i possessori abbonamenti Regionali Toscana Trenitalia.   Congiunto mostra Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna (Piano Nobile, 21 settembre 2017-21 gennaio 2018) € 12,00 Intero € 10,00 Maggiori di 65 anni, giovani fino ai 26 anni, gruppi organizzati (min. 10 persone) con prenotazione, categorie convenzionate (Soci ACI, ARCI, COOP, TCI, FAI), Firenze Parcheggi, biglietti o abbonamenti ATAF, BUSITALIA, Autolinee Chianti Valdarno e Mugello Valdisieve, possessori biglietti o abbonamenti Opera di Firenze/Maggio Musicale Fiorentino, ORT-Orchestra della Toscana, Teatro della Toscana, possessori carta imbarco di un volo Alitalia, Gallerie d’Italia (Banca Intesa), possessori coupon Mercato Centrale Firenze, possessori Carta Più e Carta MultiPiù Feltrinelli, Rinascentecard, associati ADSI (Associazione Dimore Storiche Italiane), possessori biglietto Palazzo Vecchio, insegnanti con Card Edumusei. € 5,00 Ragazzi dai 6 ai 18 anni, giovani fino ai 26 anni e studenti universitari il giovedì dalle ore 18.00, gruppi scuole e università, possessori MaggioCard, Pergola26. Biglietto Famiglia € 22,00 Per tutte le famiglie composte da uno o due adulti e almeno un ragazzo dai 6 ai 18 anni (max. 6 persone).   Sei un docente o hai 18 anni? Puoi utilizzare la 18app o la Carta del Docente per visitare le mostre di Palazzo Strozzi. Maggiori informazioni →   PRENOTAZIONI La prenotazione è obbligatoria solo per i gruppi e per le scuole. Costo prevendita a biglietto (escluso scuole) € 1,00 Prenotazioni: Sigma CSC lunedì-venerdì, 9.00-13.00; 14.00-18.00 Tel. +39 055 2469600 / Fax +39 055 244145 prenotazioni@palazzostrozzi.org

Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci e Bill Viola a Palazzo Strozzi

In occasione della mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico e dell’inaugurazione della mostra Dalla caverna alla luna, Fondazione Palazzo Strozzi e il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato propongono dall'8 aprile un biglietto congiunto per le due mostre. Un’occasione per poter legare i due principali appuntamenti dedicati all’arte contemporanea in Toscana, e tra i maggiori in Italia, dell’anno.   Speciale biglietto congiunto € 14,00 Il biglietto congiunto è acquistabile presso le biglietterie di Palazzo Strozzi e del Centro Pecci fino al 23 luglio 2017.   Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci Viale della Repubblica, 277 Prato   PECCI_FB_mostra0166

Ciclo incontri “Firenze Settanta”

Il ciclo di incontri racconta la Firenze dei Settanta, “anni di piombo”, cupi, con la contestazione che infiamma le piazze, ma straordinariamente innovativi e creativi. Un periodo fervido di sperimentazioni contemporanee in cui la città ebbe un ruolo importante nel contesto internazionale. CALENDARIO Giovedì 4 maggio ore 18.00 Altana di Palazzo Strozzi Incontro con art/tapes/22: Maria Gloria Conti Bicocchi, Gianni Melotti, Carmine Fornari, Andrea Giorgi, Alberto Pirelli, coordinato da Ludovica Sebregondi Giovedì 11 maggio, ore 18.00 Sala Ferri di Palazzo Strozzi Palazzo Strozzi per l’arte contemporanea: storie dai Settanta di Giovanna Uzzani. Giovedì 18 maggio, ore 18.00 Sala Ferri di Palazzo Strozzi Incontro con Lapo Binazzi, Bruno Corà e Paolo Masi coordinato da Senzacornice Giovedì 25 maggio, ore 18.00 Sala Ferri di Palazzo Strozzi Arte e musica al Maggio fiorentino di Moreno Bucci.   Tutti gli incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili

Fuorimostra Bill Viola. Rinascimento elettronico

Presentare una grande mostra dedicata a Bill Viola a Palazzo Strozzi significa proporre al pubblico di Firenze le opere di uno dei più celebrati artisti del panorama contemporaneo internazionale. Allo stesso tempo, tuttavia, significa anche celebrare la speciale relazione tra l’artista americano e il nostro territorio. È a Firenze che Viola ha lavorato tra 1974 e 1976 presso art/tapes/22, pioneristico studio dedicato alla videoarte, e sono i grandi maestri dell’arte toscana che Viola ha preso come riferimenti e modelli per molte delle sue opere. Il Fuorimostra Bill Viola. Rinascimento elettronico propone un itinerario con cui, a partire da Palazzo Strozzi e attraverso altri sei diversi luoghi del territorio, scoprire e approfondire l’arte di Bill Viola. Insieme a questo viaggio è anche proposto un ricco programma di collaborazioni con musei, istituzioni culturali e partner locali e internazionali insieme ai quali, durante i mesi della mostra, verranno proposti cicli di conferenze, film ed eventi speciali. L’iniziativa conferma il ruolo di Palazzo Strozzi come catalizzatore per Firenze e la Toscana, sempre ricercando sinergie in grado di amplificare il valore culturale delle proprie mostre e sperimentare innovative e variate forme di collaborazioni.   Scarica lo speciale Fuorimostra Fuorimostra BV Scarica la mappa Schermata 2017-03-20 alle 18.09.46                       L'iniziativa si inserisce nel progetto Piccoli Grandi Musei della Fondazione CR Firenze pgm+25FCRF-1

Pieve di San Michele Arcangelo e Bill Viola

Nella località che accoglie abitualmente la Visitazione del Pontormo, esposta a Palazzo Strozzi in dialogo con The Greeting di Bill Viola, una conferenza presenta la mostra fiorentina. Ha dichiarato Bill Viola: «la Visitazione no, non l’avevo vista. Del resto stava fuori Firenze, a Carmignano. Il mio incontro con quel quadro è avvenuto anni dopo, in California. Una storia buffa… Ero andato in una libreria, cercavo un libro, non ricordo più quale. Mentre stavo uscendo vedo con la coda dell’occhio un volume appoggiato sul banco. Un nuovo testo sul Pontormo. Sulla copertina era riprodotta la Visitazione, mi colpirono i colori. Di quel quadro non sapevo niente, ma non potevo smettere di guardarlo. Ho comprato il libro e l’ho portato a casa. Ma aspettai mesi prima di prenderlo in mano. Alla fine, apro il libro, lo leggo, resto affascinato dalle idee, dai colori di quel pittore. Nasce così l’idea di The Greeting». Martedì 16 maggio, ore 21.00 Pieve di San Michele Arcangelo Presentazione della mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico (Arturo Galansino) e del restauro della Visitazione (Daniele Rossi) Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili Piazza dei Santi Francesco e Michele 1, Carmignano tel. +39 055 8712046   the greeting   L'iniziativa si inserisce nel progetto Piccoli Grandi Musei della Fondazione CR Firenze pgm+25FCRF-1

Galleria Ivan Bruschi e Bill Viola

Nella nuova Galleria, inaugurata dalla Fondazione Ivan Bruschi nel 2016, da venerdì 5 maggio a domenica 17 settembre 2017 sarà esposta l’opera di Bill Viola Tristan's Ascension. Gli spazi sono adiacenti alla Basilica di San Francesco, che accoglie lo straordinario ciclo di affreschi di Piero della Francesca con la Leggenda della Vera Croce. Nei suoi soggiorni italiani Viola è rimasto profondamente colpito: «qui non è come nei musei, che il quadro te lo trovi davanti, all’altezza dei tuoi occhi: gli affreschi arrivano fino al soffitto, devi sforzarti per vedere qualcosa. È un ambiente vivo, le pareti rinviano l’eco delle voci, dei passi». E ancora ha scritto: «Probabilmente ebbi allora le mie prime esperienze inconsce di un’arte collegata al corpo, poiché molte delle opere di quel periodo, dalle grandi sculture pubbliche ai dipinti incorporati nelle architetture delle chiese, non sono che una forma di installazione: un’esperienza fisica, spaziale, da consumare interamente. Inoltre, nella funzione, l’arte classica del Rinascimento era qualcosa di molto più vicino alla nostra televisione che alla pittura contemporanea, dove molte delle immagini erano destinate a comunicare delle storie ben riconoscibili direttamente dalle masse incolte all’interno di spazi ben visibili». Ai possessori del biglietto della mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico è concesso l’ingresso ridotto a € 6,00 anziché € 8,00. Allo stesso modo ai possessori del biglietto del Galleria Ivan Bruschi è concesso il biglietto ridotto a € 9,50 per la mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico.   Venerdì 5 maggio, ore 17.00 Arezzo, Galleria Ivan Bruschi Inaugurazione installazione di Bill Viola Tristan's Ascension Ingresso libero Sabato 27 maggio, ore 17.30 Arezzo, Galleria Ivan Bruschi Conferenza di Stefano Casciu, Ludovica Sebregondi e Carlo Sisi Gli affreschi della Leggenda della Vera Croce e Bill Viola Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili   Piazza San Francesco 1, Arezzo tel. +39 0575 1645505 www.fondazioneivanbruschi.it/mostre/tristans-ascension-bill-viola/   L'iniziativa si inserisce nel progetto Piccoli Grandi Musei della Fondazione CR Firenze pgm+25FCRF-1

Museo della Collegiata di Sant’Andrea e Bill Viola

In occasione di Bill Viola. Rinascimento elettronico l’esposizione trova una diretta prosecuzione in alcuni luoghi di Firenze tramite l’esposizione delle opere dell’artista, permettendo la creazione di specifiche collaborazioni culturali con l’obiettivo di valorizzare mete e beni del territorio. Fra questi luoghi il Museo della Collegiata di Empoli, fondato nel 1859, è uno dei più antichi musei ecclesiastici. Ubicato nell’antico palazzo della Propositura attiguo alla Collegiata di Sant’Andrea, conserva alcuni dei capolavori dell’arte di età compresa tra il XIII e il XVII secolo. Nel museo che accoglie abitualmente il Cristo in pietà di Masolino in prestito a Palazzo Strozzi, sarà esposta dal 6 aprile l’opera Sharon (2013) di Bill Viola. L’artista non aveva visto l’affresco staccato, ma venne toccato dalla sua immagine, incontrata sul libro di storia dell’arte, e volle quindi riprodurla in un’immagine in movimento, aggiungendo l’acqua, elemento che è uno degli elementi più tipici del linguaggio di Viola. Ai possessori del biglietto della mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico è concesso l’ingresso ridotto a € 2,00 anziché € 3,00. Allo stesso modo ai possessori del biglietto del Museo della Collegiata di Sant’Andrea è concesso il biglietto ridotto a € 9,50 per la mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico. Dal 27 luglio alle ore 20.00 al 17 dicembre 2017 l’opera Emergence (2002) sarà presentata nella sala principale del Palazzo Pretorio, che è tra gli edifici più rappresentativi di Empoli, già sede del Comune.   L'iniziativa si inserisce nel progetto Piccoli Grandi Musei della Fondazione CR Firenze pgm+25FCRF-1   EVENTI IN PROGRAMMA Giovedì 23 marzo, ore 17.30 Empoli, Cenacolo degli Agostiniani Conferenza di Cristina Gelli e Ludovica Sebregondi Bill Viola a Empoli Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili Giovedì 6 aprile, ore 18.00 Inaugurazione presso il Museo della Collegiata di Sant’Andrea Mercoledì 3 maggio, ore 17.30 Empoli, Cenacolo degli Agostiniani Conferenza di Cristina Gnoni e Ludovica Sebregondi Bill Viola: dialogo tra Rinascimento e modernità Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili   Sharon Museo della Collegiata di Sant’Andrea Piazza della Propositura 3, Empoli tel. +39 0571 76714 www.empolimusei.it Palazzo Pretorio Piazza del Comune, Empoli tel. +39 0571 193 4966 www.empolimusei.it

Gallerie degli Uffizi e Bill Viola

In occasione di Bill Viola. Rinascimento elettronico l’esposizione trova una diretta prosecuzione in alcuni luoghi di Firenze tramite l’esposizione delle opere dell’artista, permettendo la creazione di specifiche collaborazioni culturali con l’obiettivo di valorizzare mete e beni del territorio. Fra questi la Galleria degli Uffizi occupa il grande edificio costruito tra il 1560 e il 1580 su progetto di Giorgio Vasari: è uno dei musei più famosi al mondo per le sue straordinarie collezioni. Nel 2013 il video Self Portrait, Submerged (Autoritratto, sommerso, 10’18”) – esposto nella sala 43 in occasione della mostra di Palazzo Strozzi – è stato donato da Bill Viola ed è andato ad aggiungersi alla raccolta iniziata nel 1664 dal cardinale Leopoldo de’ Medici: la più vasta e importante collezione di autoritratti al mondo, che continua ad accrescersi grazie alle donazioni di artisti contemporanei. L’opera ricorda che a sei anni, mentre è in vacanza in montagna, il piccolo Bill cerca di imitare un cugino che si tuffa in un lago ma non trattiene il respiro e finisce sul fondo; sarebbe annegato se lo zio non lo avesse salvato. Nonostante il pericolo Bill non ha paura, anzi, quell’esperienza sarà il ricordo più bello della sua vita. Lo star seduto «come un Buddha» sul fondo e ammirare il mondo subacqueo, con piante, pesci, una luce blu diffusa lo rese così incantato dalla bellezza di ciò che vide sott’acqua, che solo dopo il salvataggio realizza l’accaduto. «Da allora l’acqua è centrale nel mio mondo. È la vita ma può anche distruggerla, mi aiuta a dire: “vai oltre la superficie delle cose, punta alla loro anima”». Ai possessori del biglietto delle Gallerie degli Uffizi è riservato il biglietto a € 6,00 invece di € 12,00 per la mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico.   Self-Portrait-Submerged Piazzale degli Uffizi 6, Firenze www.uffizi.it

Complesso di Santa Maria Novella e Bill Viola

In occasione di Bill Viola. Rinascimento elettronico l’esposizione trova una diretta prosecuzione in alcuni luoghi di Firenze tramite l'esposizione delle opere dell'artista, permettendo la creazione di specifiche collaborazioni culturali con l’obiettivo di valorizzare mete e beni del territorio. Uno di questi luoghi è il percorso unitario del Complesso di Santa Maria Novella, che consente di visitare la Basilica, i Chiostri e il Museo del grande convento recuperando la percezione dell’inscindibile unità dell’antichissimo insediamento dell’Ordine domenicano. Nell’ex Cenacolo, oggi parte del Museo, in prossimità della collocazione del Diluvio e recessione delle acque di Paolo Uccello già nel Chiostro Verde e attualmente esposto a Palazzo Strozzi, sarà presentata l’opera di Bill Viola Tempest (Study for The Raft) (Tempesta, Studio per La zattera, 2005, 16’50”). Nel video un gruppo di uomini e donne proveniente da ambienti diversi viene colpito da un violento getto di acqua: alcuni vengono travolti, altri cercano di resistere, stringendosi nel tentativo di sopravvivere. Il flusso d’acqua cessa di colpo, lasciando dietro di se un gruppo di esseri umani sofferenti, frastornati e malconci. La violenza dell’acqua, la distruzione, la sofferenza degli uomini sono temi rappresentati anche nel Diluvio di Paolo Uccello, parte di un ciclo di affreschi che impressionarono Viola durante il suo soggiorno fiorentino «poiché molte delle opere di quel periodo, dalle grandi sculture pubbliche ai dipinti incorporati nelle architetture delle chiese, non sono che una forma di installazione: un’esperienza fisica, spaziale, da consumare interamente». Santa Maria Novella entra così a far parte del percorso “Fuorimostra”: per tutta la durata dell’iniziativa i possessori del biglietto d’ingresso del complesso monumentale di Santa Maria Novella avranno diritto a una riduzione sulla tariffa di accesso alla mostra di Palazzo Strozzi a € 9,50.   Tempest Piazza di Santa Maria Novella 18, Firenze www.museicivicifiorentini.comune.fi.it/smn www.smn.it

Grande Museo del Duomo e Bill Viola

In occasione di Bill Viola. Rinascimento elettronico l’esposizione trova una diretta prosecuzione in alcuni luoghi di Firenze tramite l'esposizione delle opere dell'artista, permettendo la creazione di specifiche collaborazioni culturali con l’obiettivo di valorizzare mete e beni del territorio. Come nel caso del Grande Museo del Duomo: un unico grande museo – composto dalla Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Cupola di Brunelleschi, il Campanile di Giotto, il Battistero di San Giovanni, la Cripta di Santa Reparata e il Museo – che consente un viaggio attraverso sette secoli di storia. In occasione della grande mostra a Palazzo Strozzi dedicata a Bill Viola due opere dell'artista saranno poste in dialogo con i capolavori del nuovo Museo: Acceptance di Viola (Accettazione, 2008, 8’14”, video in bianco e nero ad alta definizione), che riflette sullo scorrere del tempo e sul processo di trasformazione dell’interiorità umana, è esposta in relazione a una delle sculture più famose e drammatiche di Donatello, la Maddalena penitente (1455 circa). Observance di Viola (2002, 10’14”, video a colori ad alta definizione) – in cui un flusso ininterrotto di persone avanza solennemente sopraffatte dall’emozione, fissando in una commozione condivisa un oggetto che non si vede posto di fronte a loro – dialoga invece con la Pietà Bandini di Michelangelo (1547- 1555), capolavoro della vecchiaia, testimonianza della fede del Buonarroti, che l’intendeva per l’altare al cui piede pensava di essere sepolto. Per rafforzare questa importante collaborazione, dal 10 marzo 2017 sarà possibile visitare la mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico insieme al Museo dell’Opera del Duomo e al Battistero di San Giovanni grazie a uno speciale biglietto congiunto. Speciale biglietto congiunto intero € 12,00 Speciale biglietto congiunto ridotto € 6,00 (scuole, FAI, bambini dai 6 agli 11 anni) Speciale biglietto congiunto omaggio bambini fino ai 6 anni, diversamente abili e accompagnatore, insegnante con classe, accompagnatori di gruppi (min. 10 persone), giornalisti con tessera professionale, soci ICOM-ICOMOS, Firenzecard.   Acquista ora il tuo biglietto congiunto  

Palazzo Strozzi alle Oblate e nelle biblioteche Comunali fiorentine

Palazzo Strozzi organizza presentazioni delle mostre e laboratori per famiglie in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e altre biblioteche cittadine. In occasione di Bill Viola. Rinascimento elettronico, Palazzo Strozzi collabora con la Biblioteca delle Oblate, la BiblioteCaNova Isolotto, la Biblioteca Mario Luzi, la Biblioteca Thouar e la Biblioteca dell’Orticultura che ospiteranno conferenze di approfondimento della mostra e un ciclo di attività per famiglie con bambini dai 5 ai 10 anni dal titolo Prendi parte all’arte, un’occasione per riflettere su tecniche e linguaggi dell’arte contemporanea. Tutte le attività sono a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. Per i laboratori è necessaria la prenotazione.   PRESENTAZIONI DELLA MOSTRA

Martedì 28 marzo, ore 18.00 Biblioteca delle Oblate (Firenze, via dell’Oriuolo 24) di Arturo Galansino Ingresso libero fino a esaurimento posti
Giovedì 6 aprile, ore 18.00 BiblioteCaNova Isolotto (Firenze, via Chiusi 3/4) di Riccardo Lami Ingresso libero fino a esaurimento posti
Martedì 2 maggio, ore 17.00 Biblioteca Thouar (Firenze, Piazza Tasso 3) di Alessio Bertini Ingresso libero fino a esaurimento posti
Martedì 9 maggio, ore 17.30 Biblioteca Comunale Mario Luzi (Firenze, via Ugo Schiff 8) di Riccardo Lami Ingresso libero fino a esaurimento posti
    LABORATORIO PER FAMIGLIE Prendi parte all’arte Attività per famiglie con bambini da 5 a 10 anni. Sabato 8 aprile, 13 maggio e 10 giugno, ore 11.00 Biblioteca delle Oblate – Sezione ragazzi (Firenze, Via Dell’Oriuolo 24) Prenotazioni: tel. 055 2616512 Sabato 6 maggio, ore 10.30 BiblioteCaNova Isolotto (Firenze, via Chiusi 3/4) Prenotazioni: tel. 055 710834 Venerdì 19 maggio, ore 17.30 Biblioteca dell’Orticoltura (Firenze, via Bolognese 17) Prenotazioni: tel. 055 4627142 Sabato 29 aprile, 27 maggio, ore 16.30 Biblioteca Civica di Scandicci (Scandicci FI, Via Roma, 38/a) Prenotazioni: tel. 055 7591863 Giovedì 25 maggio, ore 17.00 Biblioteca Tiziano Terzani - Campi Bisenzio (Campi Bisenzio FI, Via di Limite, 15) Prenotazioni: tel. 055 8959600 Mercoledì 31 maggio, ore 17.00 Biblioteca Pietro Thouar (Piazza Tasso 3) Prenotazioni: tel. 055 710834   Prenotazioni presso le Biblioteche coinvolte. Maggiori informazioni: edu@palazzostrozzi.org

Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci e Palazzo Strozzi

In occasione della mostra Ai Weiwei. Libero e dell'inaugurazione della mostra La fine del mondo, Fondazione Palazzo Strozzi e il Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato propongono dal 16 ottobre un biglietto congiunto per le due mostre. Un’occasione per poter legare i due principali appuntamenti dedicati all’arte contemporanea in Toscana, e tra i maggiori in Italia, dell’anno.   Speciale biglietto congiunto € 14,00 Il biglietto congiunto è acquistabile presso le biglietterie di Palazzo Strozzi e del Centro Pecci ed è valido fino alla chiusura delle mostre: 22 gennaio 2017 per la mostra Ai Weiwei. Libero e 19 marzo 2017 per la mostra La fine del mondo.   Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci Viale della Repubblica, 277 Prato   la fine del mondo

Fuorimostra: un viaggio in Toscana – Ai Weiwei

In occasione della mostra Ai Weiwei. Libero, la Fondazione Palazzo Strozzi propone una guida e una mappa che conducono in un viaggio che porta a scoprire una selezioni luoghi della Toscana legati all’arte contemporanea. Il Fuorimostra diviene un itinerario in tutta la regione, sviluppato grazie al sostegno di Toscana Promozione Turistica: un’occasione di scoperta e valorizzazione del territorio e una conferma del ruolo della Fondazione Palazzo Strozzi nella sperimentazione della fruizione dell’arte all’interno e fuori dalle proprie mura. Scarica lo speciale Fuorimostra fuorimostra   Scarica la mappa mappa

<i class="">Around Ai Weiwei<BR>Photographs 1983-2016</i>

CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia propone un’esposizione sulla produzione fotografica e video dell’artista cinese, che indagherà la sua poetica artistica dagli esordi fino ai giorni nostri e il suo ruolo nel dibattito culturale e politico cinese e internazionale. In un panorama di mostre centrato sulle opere monumentali di Ai Weiwei, il progetto si propone di ri-orientare lo sguardo del pubblico verso gli elementi documentari che circondano la vita dell’artista in quanto testimonianze del suo affascinante viaggio come uomo, creatore e attivista. A cura di Davide Quadrio La mostra Around Ai Weiwei  è promossa e organizzata in collaborazione con la Fondazione Palazzo Strozzi e si inserisce all’interno della mostra Ai Weiwei. Libero. Dal 28 ottobre 2016 al 12 febbraio 2017 CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia Via delle Rosine 18, Torino Maggiori informazioni → [caption id="attachment_7285" align="aligncenter" width="750"]Beijing-Photographs-1993-2003-The-Forbidden-City-during-the-SARS-Epidemic-2003 Beijing Photographs 1993-2003, The Forbidden City during the SARS Epidemic, 2003. Courtesy of Ai Weiwei Studio, Image courtesy Ai Weiwei, © Ai Weiwei[/caption]  

Mercato Centrale Firenze e Palazzo Strozzi

In occasione della mostra il Mercato Centrale Firenze ospita un’ambientazione costituita da dieci gigantografie tratte dalla celebre serie, esposta nella sua interezza a Palazzo Strozzi, Study of Perspective (Studio prospettico), una sorta di ironico diario di viaggio in cui l’artista pone la sua macchina fotografica tra il viso e il dito medio indirizzato verso luoghi iconici come il Colosseo a Roma, la Casa Bianca a Washington o piazza Tienanmen a Pechino. Ai Weiwei modifica il nostro modo di vedere il mondo, in questo caso con un approccio ironico e dissacrante che mette in discussione prospettive canoniche. Ai Weiwei non critica il potere in modo diretto, bensì i suoi simboli e il nostro modo di interfacciarsi a esso. SCOPRI DI PIÙ [read more="Leggi tutto" less="Chiudi"] «È un piacere e un onore per noi partecipare alla grande mostra di Ai Weiwei, che certamente è uno degli avvenimenti più importanti nella vita culturale e artistica di Firenze in questi anni. La nostra collaborazione si colloca nel quadro di un progetto che caratterizza fin dall’inizio l’attività del Mercato Centrale e che ha già trovato importanti realizzazioni con l’intervento nei nostri spazi di due protagonisti dell’arte di oggi come Daniel Buren e Michelangelo Pistoletto. Siamo partiti dall’idea, molto semplice, che i luoghi della vita e i luoghi dell’arte non devono più rimanere separati. Nel nostro tempo, l’arte non è un’esperienza privilegiata, a cui si accede nei recinti protetti dei musei e delle gallerie, con l’illusione, quando non si sia “addetti ai lavori”, di trasformarsi di colpo da individui immersi nella vita quotidiana in liberi e colti fruitori di un messaggio di bellezza e di verità, o in testimoni intelligenti di una rivelazione “unica”, quella del mondo interiore dell’artista. L’arte oggi viene a cercarci, vuole raggiungerci nei luoghi sociali, ci chiede di essere pronti e “aperti” in ogni momento a un dialogo con le forme, le immagini, le situazioni che possono introdurre nella nostra vita di lavoro, di svago e di relazioni il fermento di un pensiero critico, lo stimolo di una percezione “diversa”, il fremito dell’incongruo, la domanda insistente sul senso di ciò che siamo e di ciò che facciamo qui e ora.» Domenico Montano Direttore Generale Mercato Centrale Firenze

«Nato a Pechino nel 1957, e famoso sia per il suo ruolo di attivista che per la sua arte, Ai Weiwei è stato definito l’artista più influente del nostro tempo. La sua fama come dissidente è andata di pari passo all’attività artistica e Ai Weiwei ha continuato a produrre opere che ne supportano le convinzioni politiche, dando voce, insieme, alla sua creatività e alle sue sperimentazioni. Dal 23 settembre 2016 al 22 gennaio 2017 oltre cento opere dell’artista, tra installazioni, serie fotografiche e video, sono esposte a Palazzo Strozzi, usato per la prima volta in modo unitario dalla facciata al cortile, dal Piano Nobile alla Strozzina. Un’impresa così rivoluzionaria non si poteva limitare al nostro Palazzo. Per un luogo centrale nella vita contemporanea cittadina come il Mercato Centrale Firenze presentiamo un’ambientazione costituita da dieci gigantografie tratte da una delle più celebri serie fotografiche di Ai Weiwei: Study of Perspective (Studio prospettico). Le immagini costituiscono una sorta di ironico diario di viaggio in cui l’artista pone la sua macchina fotografica tra il viso e il dito medio indirizzato a un luogo sullo sfondo. Attraverso questo gesto provocatorio l’artista attira la nostra attenzione su luoghi iconici della sua vita, ma anche su soggetti popolari come monumenti o musei, simboli globali del potere politico e culturale spesso usati come sfondo per fotografie ricordo di turisti. Le fotografie sono spesso fuori fuoco o non pienamente centrate, esaltando il carattere di istantanea dell’immagine e un approccio umoristico e antiretorico che esprime una forte avversione per l’egemonia culturale in ogni sua forma. Ai Weiwei non critica il potere in modo diretto, bensì i suoi simboli e il nostro modo di interfacciarsi ad esso.
L’installazione all’interno del Mercato Centrale Firenze è apparsa fin da subito una sfida tecnica e culturale, ma anche una scelta suggestiva e dal forte valore simbolico. Utilizzare il Mercato come contesto per un’azione artistica significa amplificare il suo impatto sociale, aprendosi al confronto con la vita, i gesti e le azioni della quotidianità di chi lavora o chi visita il mercato, come residente o come turista. L’arte di Ai Weiwei ci parla sempre di temi sociali, politici e culturali della contemporaneità in modo potente e diretto, utilizzando linguaggi artistici eterogenei e attingendo a diverse fonti culturali, spesso a cavallo tra Oriente e Occidente. Nel caso del Mercato Centrale, come ha fatto dall’artista in luoghi come i grandi magazzini Le Bon Marché a Parigi nel gennaio 2016, Ai Weiwei arriva a entrare con la sua arte nel fluire della vita stessa. Come scrive Karen Smith nel catalogo della mostra: “Per Ai Weiwei l’arte è una cornice all’interno della quale riflettere la realtà”. Nelle sue opere arte e vita si fondono. Non solo la sua biografia, ma la vita di tutti.» Arturo Galansino Direttore Generale Fondazione Palazzo Strozzi e curatore della mostra
[/read]
Maggiori informazioni sul sito del Mercato Centrale →   Ritirando il coupon all’Infopoint del Mercato Centrale Firenze si ottiene il biglietto ridotto alla mostra Ai Weiwei. Libero (€ 9,50 anziché € 12,00).

Galleria degli Uffizi e Palazzo Strozzi

La mostra Ai Weiwei. Libero si apre alla città con la presenza alla Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi di due opere: Surveillance Camera (Videocamera di sorveglianza) e Self-Portrait (Autoritratto), che viene donato dall’artista alla Collezione degli Autoritratti. Le due opere sono poste in relazione col Corridoio Vasariano – la via pensile tra Palazzo Vecchio, gli Uffizi e la reggia di Pitti – costruita nel 1565, in soli cinque mesi, in occasione delle nozze dell’erede al granducato di Toscana, Francesco de’ Medici, con l’arciduchessa d’Austria Giovanna d’Asburgo. Un intervento di riqualificazione urbana, collegamento tra le due rive del fiume, che consente alla famiglia regnante di passare, in sicurezza e riserbo, sopra la città. Il Corridoio è anche punto privilegiato di osservazione e controllo dei sudditi da parte del potere mediceo, ed è proprio alle implicazioni politiche di questo percorso aereo che si ricollega la Videocamera che richiama la stretta vigilanza a cui è stato sottoposto Ai Weiwei da parte del governo cinese per la sua attività di dissidente. Self-Portrait va ad aggiungersi alla raccolta di autoritratti iniziata nel 1664 dal cardinale Leopoldo de’ Medici: la più vasta e importante collezione al mondo, che continua ad accrescersi anche oggi, grazie alle donazioni di artisti contemporanei. In occasione della collaborazione, presentando il biglietto degli Uffizi alla biglietteria di Palazzo Strozzi si ottiene uno sconto del 50% alla mostra Ai Weiwei. Libero (€ 6,00 anziché € 12,00)

Fuorimostra: un viaggio in Toscana

In occasione della mostra Ai Weiwei. Libero, la Fondazione Palazzo Strozzi propone una guida e una mappa che conducono in un viaggio che porta a scoprire una selezione di luoghi della Toscana legati all’arte contemporanea. Il Fuorimostra diviene un itinerario in tutta la regione, sviluppato grazie al sostegno di Toscana Promozione Turistica: un’occasione di scoperta e valorizzazione del territorio e una conferma del ruolo della Fondazione Palazzo Strozzi nella sperimentazione della fruizione dell’arte all’interno e fuori dalle proprie mura. Scarica lo speciale Fuorimostra Schermata 2016-10-12 a 13.05.36 Scarica la mappa mappa

Martedì al Cinema con Palazzo Strozzi

Rassegna cinematografica a cura della Fondazione Palazzo Strozzi e Cinema Odeon Cinema Odeon, Piazza Strozzi/Via degli Anselmi. Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. La Cina tra tradizione e modernità vista attraverso l'occhio del cinema. In occasione della mostra, Fondazione Palazzo Strozzi e Cinema Odeon propongono un percorso attraverso il Novecento e oltre, per raccontare in quattro film il passaggio dalla grande civiltà della Cina millenaria alle contraddizioni della contemporaneità. Due capolavori di un grande maestro come Zhang Yimou, Lanterne rosse e La foresta dei pugnali volanti, che celebrano riti e miti di un paese profondamente legato alla sua cultura, il magnificente affresco de L'ultimo imperatore firmato da Bernardo Bertolucci, fino allo splendido Still Life (Leone d'oro a Venezia 2006) di Jia Zhang-ke, che racconta la deriva verso l'assurdo a cui si è abbandonata la “moderna” Cina di oggi. Tutti i film sono a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.   Calendario: Martedì 25 ottobre, ore 20.30 Lanterne rosse di Zhang Yimou (Cina, 1991, 125’). Martedì 22 novembre, ore 20.30 L’ultimo imperatore di Bernardo Bertolucci (Cina, IT, UK, FR, 1987, 163’). Martedì 20 dicembre, ore 20.30 La foresta dei pugnali volanti di Zhang Yimou (Cina, 2004, 119’). Martedì 17 gennaio, ore 20.30 Still Life di Jia Zhang-Ke (Cina, 2007, 108’).

Reframe

22 gommoni per la facciata di Palazzo Strozzi Reframe (Nuova cornice) è la nuova grande installazione dell’artista, che coinvolge due facciate di Palazzo Strozzi: ventidue grandi gommoni di salvataggio arancioni sono ancorati alle finestre di Palazzo Strozzi. Un progetto che porta l’attenzione sui destini dei profughi che ogni giorno rischiano la vita per arrivare in Europa attraversando il Mediterraneo. L’installazione nasce dal personale coinvolgimento e impegno dell’artista come attivista sul fronte della crisi umanitaria dei rifugiati e rappresenta una grande occasione per la città di Firenze per portare l’attenzione sul tema dell’immigrazione attraverso la cultura. L’installazione Reframe (Nuova cornice; 2016) è una serie di gommoni di salvataggio che circonda le finestre del Piano Nobile di Palazzo Strozzi come un’insolita decorazione innestata su una struttura preesistente: la facciata solida e austera di un palazzo rinascimentale. L’opera ammonisce e fa riflettere. Questa volta la critica di Ai Weiwei non è diretta alla Cina ma all’Occidente, ricordando la tragedia vissuta da coloro che intraprendono un viaggio quasi impossibile verso le coste europee. Le leggere imbarcazioni sulla facciata rimandano alle fragili strutture a cui i rifugiati sono costretti ad aggrapparsi in mare ed evocano, al contempo, come i migranti tentino di innestare se stessi in un luogo altro, in un ambiente sconosciuto quale è l’Europa, con un’impostazione socioculturale profondamente diversa. Attraverso le sue azioni e opere come Reframe, Ai Weiwei dimostra di vedere il mondo in una prospettiva diversa e di comunicarci una visione dell’arte rivolta alla ricerca del significato più profondo dell’essere umano. Anche per questo è stato definito un moderno “Uomo del Rinascimento”: un artista che – attraversando generi artistici diversi, dall’architettura al cinema, dalla fotografia alla poesia, dalla scultura alla pittura – può trasformare un manufatto o un oggetto inerte, come un gommone, nel grido lacerante dell’umanità. Ai Weiwei non è semplicemente una delle tante star del sistema dell’arte contemporanea e nemmeno soltanto un attivista, ma è piuttosto un libero pensatore che vuol dare all’arte un importantissimo ruolo sociale e politico, nel senso più nobile del termine.   L’installazione è stata resa possibile grazie al determinante contributo dell'Ente Cassa di Risparmio di Firenze [caption id="attachment_7084" align="aligncenter" width="300"] Reframe
Nuova cornice, 2016
Rendering per l'installazione di Palazzo Strozzi
Courtesy of Ai Weiwei Studio[/caption]

Palazzo Strozzi alle Oblate e nelle biblioteche Comunali fiorentine

Palazzo Strozzi organizza presentazioni delle mostre e laboratori per famiglie in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e altre biblioteche cittadine. In occasione di Ai Weiwei. Libero, Palazzo Strozzi collabora con la Biblioteca delle Oblate, la BiblioteCaNova Isolotto, la Biblioteca Mario Luzi, la Biblioteca Thouar e la Biblioteca dell’Orticultura che ospiteranno conferenze di approfondimento della mostra e un ciclo di attività per famiglie con bambini dai 5 ai 10 anni dal titolo Prendi parte all’arte, un’occasione per riflettere su tecniche e linguaggi dell’arte contemporanea.Tutte le attività sono a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. Per i laboratori è necessaria la prenotazione.   Presentazioni della mostra Martedì 27 settembre, ore 18.00 Biblioteca delle Oblate (Firenze, via dell’Oriuolo 24) di Arturo Galansino Ingresso libero fino a esaurimento posti Giovedì 6 ottobre, ore 18.00 BiblioteCaNova Isolotto (Firenze, via Chiusi 3/4) di Ludovica Sebregondi Ingresso libero fino a esaurimento posti Giovedì 13 ottobre, ore 17.00 Biblioteca Thouar (Firenze, Piazza Tasso 3) di Alessio Bertini Ingresso libero fino a esaurimento posti Mercoledì 26 ottobre, ore 17.30 Biblioteca Comunale Mario Luzi (Firenze, via Ugo Schiff 8) di Riccardo Lami Ingresso libero fino a esaurimento posti   Laboratorio per famiglie Prendi parte all’arte Attività per famiglie con bambini da 5 a 10 anni. Sabato 8 ottobre, 12 novembre e 10 dicembre, ore 11.00 Biblioteca delle Oblate – Sezione ragazzi (Firenze, Via Dell’Oriuolo 24) Prenotazioni: tel. 055 2616512 Venerdì 28 ottobre, ore 17.30 Biblioteca dell’Orticoltura (Firenze, via Bolognese 17) Prenotazioni: tel. 055 4627142 Sabato 26 novembre, ore 16.30 BiblioteCaNova Isolotto (Firenze, via Chiusi 3/4) Prenotazioni: tel. 055 710834 Sabato 15 ottobre, ore 10.30 Biblioteca Comunale Mario Luzi (Firenze, via Ugo Schiff 8) Prenotazioni: tel. 055 669229 Sabato 5 novembre, ore 16.30 Biblioteca Civica Comune di Scandicci (Via Roma, 38/a) Prenotazioni: tel. 055 7591860/3   Prenotazioni presso le Biblioteche coinvolte. Maggiori informazioni: edu@palazzostrozzi.org

Talk con gli artisti

In occasione di The Columbia Threadneedle Prize 2016 @ Palazzo Strozzi gli artisti Caterina Sbrana, Andrea Lunardi, e Nicola Toffolini racconteranno la loro esperienza artistica in tre talk pubblici. Accomunati da un immaginario che trova nelle forme della natura e nel paesaggio una fonte di ispirazione costante, i tre artisti presenteranno il loro modo lavorare in cui la conoscenza manuale riveste un ruolo importante tanto quanto la riflessione concettuale. CALENDARIO 7 luglio, ore 18.30 Talk con Caterina Sbrana 14 luglio, ore 18.30 Talk con Andrea Lunardi 21 luglio, ore 18.30 Talk con Nicola Toffolini Gli incontri si terranno all’interno della mostra. Ingresso libero fino a esaurimento posti.   Caterina Sbrana è un’artista che indaga attraverso il proprio lavoro le origini della pittura. Una ricerca in cui il processo di estrazione del pigmento dai materiali organici riveste un ruolo importante tanto quanto la scelta dei soggetti rappresentati: mappe, arbusti, piante. Un dialogo tra natura e cultura che rimanda agli antichi manuali di botanica e ai vecchi trattati di tecniche artistiche. Sito web Andrea Lunardi è un artista che lavora con la fotografia, la pittura, la grafica. I linguaggi espressivi usati dall’artista sono ripensati in funzione della creazione di veri e propri ambienti in cui ogni singola immagine o scultura diventa il frammento di un’opera più ampia e complessa, dove memorie personali si mescolano a storie collettive. Sito web Nicola Toffolini è un artista che lavora con il disegno e la performance. Toffolini usa il disegno come una pratica analitica attraverso la quale conoscere il mondo naturale. Nel corso degli anni l’artista ha aumentato la dimensione delle proprie tavole così da restituire in scala 1:1 i soggetti rappresentati (piante, arbusti, insetti). Per l’artista disegnare è un atto fisico intenso, una vera e propria performance che richiede molto tempo e una dedizione totale. Sito web

Visite guidate

PER LA MOSTRA The Columbia Threadneedle Prize 2016 @ Palazzo Strozzi Lasciati guidare! Avete a disposizione una guida, una mostra, un giorno ed un orario tutto per voi: nascono le visite guidate per singoli visitatori ogni domenica alle 16.30 La visita è gratuita, non è necessaria la prenotazione.

Programma di lecture, talk ed eventi

Un calendario di appuntamenti che approfondiscono e forniscono nuovi punti di vista sulle tematiche della mostra Liu Xiaodong: migrazioni (Strozzina, 22 aprile-19 giugno 2016) attraverso conferenze e talk che si terranno presso la Strozzina di Palazzo Strozzi tra maggio e giugno 2016. Tutti gli appuntamenti si svolgono il giovedì alle 18.30. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.   Giovedì 5 maggio, ore 18.30 LECTURE / Giorgio Bernardini (giornalista) Comunità migranti: il futuro nel confronto fra generazioni Giovedì 12 maggio, ore 18.30 TALK / Massimo Bressan (antropologo, presidente di IRIS), Vittoria Ciolini (direttrice di Dryphoto arte contemporanea) L'arte produce cittadinanza Giovedì 19 maggio, ore 18.30 LECTURE / Filippo Salviati (docente, Università di Roma La Sapienza) Migr-Azioni. Artisti cinesi e attivismo sociale nell'era della globalizzazione Giovedì 26 maggio, ore 18.30 LECTURE / Ivan Bargna (antropologo, Università Milano-Bicocca) Forme della diversità: artisti, antropologi e comunità Giovedì 9 giugno, ore 18.30 LECTURE / Gabriele Del Grande (giornalista e regista) Una nuova estetica della frontiera. Raccontare le migrazioni tra creatività e disobbedienza civile Giovedì 16 giugno, ore 18.30 EVENTO SPECIALE Collezionismi In collaborazione con Accademia di Belle Arti di Firenze, Fondazione Studio Marangoni, IED Firenze, LABA Firenze

Visite guidate

PER LA MOSTRA LIU XIAODONG: MIGRAZIONI Visite didattiche in mostra per gruppi di adulti € 92,00 massimo 25 persone Visite didattiche in lingua cinese ogni giovedì alle 21.00 oppure su prenotazione edu@palazzostrozzi.org La visita è gratuita con il biglietto d’ingresso alla mostra Visite didattiche in mostra per Scuole e Università € 52,00 massimo 25 persone Lasciati guidare! Avete a disposizione una guida, una mostra, un giorno ed un orario tutto per voi: nascono le visite guidate per singoli visitatori ogni domenica alle 16.30 La visita è gratuita con il biglietto d’ingresso alla mostra   VISITA CONGIUNTA ALLE MOSTRE LIU XIAODONG: MIGRAZIONI + DA KANDINSKY A POLLOCK Visite didattiche congiunte per gruppi di adulti € 112,00 massimo 25 persone Visite didattiche congiunte per Scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado € 72,00 Visite didattiche congiunte per Università € 92,00     I costi delle visite non comprendono il biglietto d’ingresso e il diritto di prevendita (€ 1,00 a persona). Il diritto di prevendita è gratuito per le scuole. Prenotazione obbligatoria Sigma CSC lunedì-venerdì 9.00-13.00; 14.00-18.00 Tel. +39 055 2469600; Fax +39 055 244145 prenotazioni@palazzostrozzi.org

Biglietti e Prenotazioni | Liu Xiaodong: Migrazioni

Biglietto mostra Liu Xiaodong: Migrazioni (Strozzina, 22 aprile-19 giugno 2016) € 5,00 Intero € 4,00 Maggiori di 65 anni, giovani fino ai 26 anni, gruppi organizzati (min. 10 persone) con prenotazione, categorie convenzionate (Soci ACI, ARCI, COOP, FAI, TCI), biglietti o abbonamenti ATAF, BUSITALIA, Autolinee Chianti Valdarno e Mugello Valdisieve, possessori biglietti o abbonamenti Opera di Firenze/Maggio Musicale Fiorentino, ORT-Orchestra della Toscana, Teatro della Pergola, insegnanti con Card Edumusei. € 3,00 Ragazzi dai 6 ai 18 anni, gruppi scuole e università, possessori MaggioCard e Pergola26, visitatori con disabilità. Gratuito Tutti i giovedì dalle ore 18.00, bambini di età inferiore ai 6 anni, accompagnatori visitatori con disabilità e di gruppi, insegnanti con classe, giornalisti con tessera professionale previo accredito, guide turistiche, possessori Firenzecard, Amici di Palazzo Strozzi. Speciale biglietto 2×1 € 5,00: due biglietti al prezzo di uno a tutti i possessori CartaFreccia con biglietti delle Frecce destinazione Firenze (con data di viaggio antecedente al massimo 5 giorni da quella della visita).   Congiunto mostra Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim (19 marzo-24 luglio 2016) € 12,00 Intero € 10,00 Maggiori di 65 anni, giovani fino ai 26 anni, gruppi organizzati (min. 10 persone) con prenotazione, categorie convenzionate (Soci ACI, ARCI, COOP, FAI, TCI), biglietti o abbonamenti ATAF, BUSITALIA, Autolinee Chianti Valdarno e Mugello Valdisieve, possessori biglietti o abbonamenti Opera di Firenze/Maggio Musicale Fiorentino, ORT-Orchestra della Toscana, Teatro della Pergola, insegnanti con Card Edumusei. € 5,00 Ragazzi dai 6 ai 18 anni, giovani fino ai 26 anni il giovedì dalle ore 18.00, gruppi scuole e università, possessori MaggioCard e Pergola26, visitatori con disabilità. Biglietto Famiglia € 22,00 Ingresso alle mostre in corso per 2 adulti + bambini e ragazzi fino a 18 anni.   PRENOTAZIONI La prenotazione è obbligatoria solo per i gruppi e per le scuole. Costo prevendita a biglietto (escluso scuole) € 1,00 Prenotazioni: Sigma CSC lunedì-venerdì, 9.00-13.00; 14.00-18.00 Tel. +39 055 2469600 / Fax +39 055 244145 prenotazioni@palazzostrozzi.org L’accesso di animali – anche di piccola taglia – all’interno degli spazi espositivi non è consentito. Fanno eccezione i cani-guida che assistono i visitatori che sono naturalmente i benvenuti. Le borse o gli zaini di grandi dimensioni devono essere lasciati al guardaroba.

Fuorimostra: un viaggio in Toscana – Da Kandinsky a Pollock

In occasione della mostra Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim, la Fondazione Palazzo Strozzi propone una guida e una mappa che conducono in un viaggio che porta a scoprire luoghi della Toscana legati al collezionismo, al mecenatismo e ai soggiorni fiorentini di Peggy Guggenheim nel 1949 e nel 1972. Suggerimenti imprescindibili ma anche proposte meno scontate per ampliare la visita della mostra oltre le mura di Palazzo Strozzi. Il Fuorimostra di Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim diviene un itinerario in tutta la regione: un’occasione di scoperta e valorizzazione del territorio e una conferma del ruolo della Fondazione Palazzo Strozzi nella sperimentazione della fruizione dell’arte all’interno e fuori dalle proprie mura. Scarica lo speciale Fuori mostra Fuori mostra   Scarica la mappa Mappa Kandinsky

Martedì al Cinema con Palazzo Strozzi – Da Kandinsky a Pollock

Rassegna cinematografica a cura della Fondazione Palazzo Strozzi e Cinema Odeon Cinema Odeon, Piazza Strozzi/Via degli Anselmi. Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. I Guggenheim, l'arte del XX secolo e il cinema. Quattro serate dedicate ad altrettanti capolavori del cinema americano, a ingresso gratuito e in lingua originale. Sono innumerevoli le suggestioni che nel secondo Novecento hanno segnato la reciproca influenza tra le avanguardie artistiche e il cinema americano. Il percorso della nuova rassegna testimonia la ricchezza di questo intreccio: dalla controcultura psichedelica di Easy Rider di Dennis Hopper all'impietoso affresco del mondo dello spettacolo tratteggiato in All About Eve (Eva contro Eva) da Joseph L. Mankiewicz, dalla New York giovane e nera del jazz, nel capolavoro del cinéma-verité Shadows (Ombre) di John Cassavetes, fino all'America bella e perduta di On the Waterfront (Fronte del porto) di Elia Kazan.   Calendario: Martedì 26 aprile, ore 20.30 Easy Rider di Dennis Hopper (USA, 1969, 94'), versione originale con sottotitoli in italiano. Martedì 3 maggio, ore 20.30 All About Eve (Eva contro Eva) di Joseph L. Mankiewicz (USA, 1950, 138’), versione originale con sottotitoli in italiano. Martedì 10 maggio, ore 20.30 Shadows (Ombre) di John Cassavetes (USA, 1959, 79’), versione originale con sottotitoli in italiano. Martedì 17 maggio, ore 20.30 On the Waterfront (Fronte del porto) di Elia Kazan (USA, 1954, 108’), versione originale con sottotitoli in italiano.

Palazzo Strozzi alle Oblate e nelle biblioteche Comunali fiorentine – Da Kandinsky a Pollock

Palazzo Strozzi organizza presentazioni delle mostre e laboratori per famiglie in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e altre biblioteche cittadine. In occasione di Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim, Palazzo Strozzi collabora con la Biblioteca delle Oblate, la BiblioteCaNova Isolotto, la Biblioteca Mario Luzi e la Biblioteca dell’Orticultura che ospiteranno due conferenze di approfondimento della mostra e un ciclo di attività per famiglie con bambini dai 5 ai 10 anni dal titolo Prendi parte all’arte, un’occasione per riflettere su tecniche e linguaggi dell’arte moderna. Tutte le attività sono a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. Per i laboratori è necessaria la prenotazione.   Presentazioni della mostra Venerdì 1 aprile, ore 18.00 Biblioteca delle Oblate (Firenze, via dell’Oriuolo 24) di Ludovica Sebregondi Ingresso libero fino a esaurimento posti Giovedì 14 aprile, ore 18.00 BiblioteCaNova Isolotto (Firenze, via Chiusi 3/4) di Riccardo Lami Ingresso libero fino a esaurimento posti   Laboratorio per famiglie Prendi parte all’arte Attività per famiglie con bambini da 5 a 10 anni. Sabato 9 aprile, 14 maggio e 11 giugno, ore 11.00 Biblioteca delle Oblate - Sezione ragazzi (Firenze, Via Dell'Oriuolo 24) Prenotazioni: tel. 055 2616512 Venerdì 22 aprile, ore 17.00 Biblioteca dell’Orticoltura (Firenze, via Bolognese 17) Prenotazioni: tel. 055 4627142 Sabato 7 maggio, ore 11.00 BiblioteCaNova Isolotto (Firenze, via Chiusi 3/4) Prenotazioni: tel. 055 710834 Venerdì 20 maggio, ore 17.00 Biblioteca Comunale Mario Luzi (Firenze, via Ugo Schiff 8) Prenotazioni: tel. 055 669229 Prenotazioni presso le Biblioteche coinvolte. Maggiori informazioni: edu@palazzostrozzi.org

Palazzo Strozzi all’Institut français Firenze

Fondazione Palazzo Strozzi e Institut français Firenze celebrano il ruolo della cultura e dell’arte francese all’interno della mostra Da Kandinsky a Pollock. La grande arte dei Guggenheim attraverso due speciali appuntamenti in cui approfondire le figure di Marcel Duchamp, Man Ray e André Breton attraverso proiezioni cinematografiche. Gli appuntamenti si tengono presso l’Institut français Firenze in piazza Ognissanti 2, Firenze. Ingresso libero fino a esaurimento posti. Giovedì 19 maggio, ore 20.00 Serata dedicata a Marchel Duchamp e Man Ray, con il film Le temps spirale di Alain Jaubert su Duchamp e cortometraggi d’archivio su Man Ray. Giovedì 26 maggio, ore 20.00 Serata dedicata a André Breton e il surrealismo, con il film André Breton malgré tout di Fabrice Maze ed immagini d’archivio sulla storia del surrealismo.

Con gli occhi di Peggy

Una speciale visita tematica alla mostra a cura di Ludovica Sebregondi, curatore della Fondazione Palazzo Strozzi. La visita segue in mostra un percorso che consente di ammirare le opere da lei acquistate, scelte, vendute, commissionate o donate a musei. Si può così scoprire il suo rapporto con artisti e intellettuali e gli amori e le passioni di una donna eccentrica e geniale che ha rivoluzionato l’arte moderna. Il costo dell'attività è di € 10,00, oltre al biglietto di ingresso alla mostra. CALENDARIO Giovedì 7 aprile, ore 21.00 Giovedì 5 maggio, ore 21.00 Giovedì 16 giugno, ore 21.00

Prenotazione Obbligatoria Sigma CSC da lunedì a venerdì 9.00-13.00; 14.00-18.00 Tel. +39 055 2469600 - Fax +39 055 244145 prenotazioni@palazzostrozzi.org

Speciale ultimi giorni di mostra!

Da giovedì 21 a domenica 24 gennaio, in occasione degli ultimi giorni di apertura, l'orario della mostra Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana sarà eccezionalmente prolungato fino alle ore 23.00, ultimo ingresso alle ore 22.00.   Per i singoli visitatori saranno inoltre organizzate le seguenti visite guidate ufficiali: giovedì 21 gennaio alle ore 17.00; sabato 23 gennaio alle ore 16.00; giovedì 21, venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 gennaio alle ore 21.00. Il costo della visita è di € 8,00 a persona e non comprende il biglietto d’ingresso. Sistema radio auricolare obbligatorio € 1,00 a persona disponibile in biglietteria. Prenotazione obbligatoria Sigma CSC lunedì-venerdì 9.00-13.00; 14.00-18.00 Tel. +39 055 2469600; Fax +39 055 244145 prenotazioni@palazzostrozzi.org  

Palazzo Strozzi e Compagnia Virgilio Sieni

Una riflessione sul rapporto tra arte e sentimento del sacro unisce le due istituzioni fiorentine e pone in dialogo due eventi che trovano intima e profonda corrispondenza nella bellezza. La mostra Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana (Palazzo Strozzi, fino al 24 gennaio 2016) raccoglie oltre cento opere di celebri artisti italiani e internazionali che, tra metà Ottocento e metà Novecento, si sono confrontati con temi sacri e soggetti religiosi. Nello spettacolo Dolce Vita. Archeologia della Passione Virgilio Sieni si confronta con le sacre scritture e in particolare con la serie di episodi che formano la Passione di Cristo (CANGO, dall’11 al 20 dicembre 2015). Arte e danza raffigurano e interpretano, attraverso codici formali ed espressivi intrinseci ma consonanti, episodi dei racconti evangelici già fondamento di un’iconografia millenaria. Annunciazione, Crocifissione, Deposizione, Pietà, Resurrezione e soggetti sacri sono rappresentati nelle opere di artisti quali Moreau, Bouguereau, Munch, Picasso, Ernst, Fontana, Manzù, Guttuso, Van Gogh, Chagall e molti altri. Nelle coreografie di Virgilio Sieni, ricche di riferimenti pittorici e suggestioni iconografiche, il linguaggio del corpo e la potenza del gesto rappresentano forme e figure fortemente simboliche, alludendo al senso profondo del sacro e dell’umano.   Grazie alla collaborazione tra Compagnia Virgilio Sieni e Fondazione Palazzo Strozzi, i possessori del biglietto per Dolce Vita a Cango avranno diritto a un biglietto ridotto (€ 8,50 anziché € 10) per la mostra Bellezza divina. Allo stesso modo i visitatori della mostra di Palazzo Strozzi, conservando il proprio biglietto, avranno diritto a un biglietto ridotto (€ 8,00 anziché € 10,00) per lo spettacolo Dolce Vita.   Giovedì 10 dicembre alle ore 18.30 presso la Strozzina di Palazzo Strozzi si terrà la conferenza di Silvia Poletti, Danza e Spiritualità. Incontro dedicato al rapporto tra danza e spiritualità e sul ruolo di ispirazione con particolare attenzione a quanto l’arte sacra abbia ispirato la scrittura coreografica. Ingresso libero

Che spettacolo di giovedì!

Gli spettacoli del Teatro della Pergola e la mostra di Palazzo Strozzi con un’offerta speciale a metà prezzo! Un’occasione unica nel mese di dicembre per unire insieme nello stesso giorno arte e teatro, con la mostra di Palazzo Strozzi Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana (aperta fino al 24 gennaio 2016) e gli spettacoli in corso al Teatro della Pergola. Giovedì 3 dicembre, 10 dicembre e 17 dicembre presentati alla biglietteria del Teatro della Pergola con un biglietto della mostra Bellezza divina del giovedì in corso e assisti nello stesso giorno ad uno spettacolo in scena scontato del 50 % (sala grande platea € 17,00 invece di € 32,00, palco € 13,00 invece di € 24,00, galleria € 8,00 invece di € 16,00 e in Saloncino € 6,00 invece di € 12,00). Negli stessi giorni presentati alla biglietteria di Palazzo Strozzi con un biglietto di uno spettacolo del giovedì in corso alla Pergola e visita nello stesso giorno la mostra Bellezza divina, tra Van Gogh, Chagall e Fontana a soli € 4,00 (anziché € 10,00). Spettacoli al Teatro della Pergola Giovedì 3 dicembre: 2x2=5 L’uomo dal sottosuolo, ore 18.45 L’uomo, la bestia e la virtù, ore 20.45 Giovedì 10 dicembre: The pride, ore 20.45 Giovedì 17 Dicembre: Happy birthday Mr Marley, ore 19.45 The pride, ore 20.45 Maggiori informazioni sugli spettacoli  

PROGRAMMA DI EVENTI

Un calendario di appuntamenti che approfondiscono e forniscono nuovi punti di vista sulle tematiche e le opere degli artisti della mostra VISIO. Next Generation Moving Images (Strozzina, 17 novembre-20 dicembre 2015) attraverso conferenze e talk che si terranno presso la Strozzina di Palazzo Strozzi tra novembre e dicembre 2015.   18 novembre, 11.30-13.30 / 15.00-17.00 INCONTRO CON GLI ARTISTI Gli artisti partecipanti alla mostra introducono il proprio lavoro con una presentazione di 15 minuti ciascuno, presentando le linee fondamentali della propria pratica artistica e le tematiche affrontate nei lavori esposti. 20 novembre, 15.45 TAVOLA ROTONDA Intervengono: Erika Balsom, Lisa Marie Russo, Jason Wood. Moderatore: Leonardo Bigazzi Feature Expanded: Audience Development & Exhibition Models for Artists’ Films 26 novembre, 18.30 LECTURE / Andrea Bellini La Biennale de l’Image en Mouvement di Ginevra 3 dicembre, 18.30 TALK / Silvia Lucchesi, Davide Giannella Tra arte e cinema. Le “moving images” nella pratica artistica contemporanea 17  dicembre, 18.30 TALK / Leonardo Bigazzi, Alessandro Di Pietro, Roberto Fassone Video e cinema d’artista: una nuova generazione di artisti italiani   Gli incontri del 18 e 20 novembre si terranno in lingua inglese. Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti.

Baha Görkem Yalim (Izmir, Turchia, 1987)

BAHA-GöRKEM-YALIM Vive e lavora ad Amsterdam. Dopo una lunga formazione nel ramo delle scienze applicate, dove comunque ha avuto la possibilità di essere introdotto al linguaggio artistico visitando spazi pubblici e partecipando a lezioni di storia dell’arte, ha lavorato in Turchia come ingegnere in diversi luoghi tra cui aziende energetiche e fabbriche di produzione di materiale militare. Nel 2015 ha conseguito la laurea in Belle Arti presso il dipartimento VAV (audiovisivi) alla Gerrit Rietveld Academie di Amsterdam. Attualmente sta lavorando a una nuova ricerca focalizzata sulle fazioni politiche, sui loro sistemi di violenza e l’azione radicale che ne deriva, analizzando in particolar modo gli atti fanatici contro il patrimonio culturale e le cause o motivazioni di questo comportamento radicale. Studia i cambiamenti linguistici in concetti come radicalismo, costruzione/distruzione e la loro mutevolezza; un interesse che è stato provocato dai recenti atti dello Stato islamico e dall’attuale governo in Turchia. Tra le mostre recenti: Hesitant Autonomy, Graduation Show Gerrit Rietveld Academie, Amsterdam, 2015; About it, Stedelijk Museum Bureau Amsterdam (SMBA), Amsterdam, 2014; Amphibious Fish that have the Ability to Locomote on Land, Hotel Marie Kapel (HMK), 2014; Rietveld Uncut, Voice: The Creature of Transition, De Brakke Grond, Amsterdam, 2014; Constant Companion, De Oude Kerk, Amsterdam, 2014. www.bahagorkemyalim.com

Dan Walwin (Frome, Gran Bretagna, 1986)

DAN-WALWIN Vive e lavora ad Amsterdam. Ha studiato presso Goldsmiths College a Londra e successivamente è stato residente presso la Rijksakademie van beeldende kunsten dal 2012 al 2013, ad Amsterdam. I suoi lavori pongono un’acuta e viscerale attenzione ai dettagli e ai “detriti”, inseriti e contenuti all’interno di forme ibride e potenzialmente difettose e mal calibrate. Queste evocano associazioni con la cultura pop, la ricerca scientifica e con una narrativa di invenzione, in cui la scala e l’imitazione diventano strumenti per creare un’atmosfera d’incontro tra gli spettatori e l’opera. Tra le recenti mostre personali: Winds, Cell Project Space, Londra, 2015; Sun room, P/////AKT, Amsterdam, 2015; Cess, jel ever terrass?, Kazachenko’s Apartment, Oslo, 2014; Cess, jel ever terrass?, Playstation, Galerie Fons Welters, Amsterdam, 2014. Tra le ultime mostre collettive e partecipazioni a screening: 2013, 2014, Cosmos Carl, Online, 2015; Uyati Pog, Exodus, OCCII, Amsterdam, 2014; op / Grimm City, Stephen Lawrence Gallery, University of Greenwich, Londra, 2014; Marl Media Art Awards, Skulpturenmuseum Glaskasten Marl, Marl, 2014; Out There – Video Art, New media & Photography on Landscapes in Public Space, Maastricht, 2014; Haperende Mens, Arti et Amicitiae, Amsterdam, 2014; The Shape Of Things To Come, Stour Valley Arts, Ashford, 2014; Metadata Venn Diagram, Broadstone Studios, Dublino, 2014; Onsite, Temporary Arts Project, Southend on Sea, 2014. www.danwalwin.co.uk

Anike Joyce Sadiq (Heidelberg, Germania,1985)

ANIKE-JOYCE-SADIQ Attualmente vive e lavora a Firenze dove è borsista a Villa Romana. Ha studiato presso la Stuttgart State Academy of Fine Arts. Attraverso i suoi video, gli interventi e le performance, crea aree di interazione sociale e discute di pratiche di alienazione ed esclusione, rivolgendosi allo spettatore come attore e compagno. Sadiq ha preso parte a numerosi progetti, mostre e performance. Tra le mostre più recenti: You Never Look At Me From The Place From Which I See You, 45cbm, Kunsthalle Baden, Baden, 2015; The light in me weights a ton, C2, Firenze, 2015; Florence Contemporary, Italian Embassy, Berlino, 2015; Ein Knie geht einsam durch die Welt (…), Palermo Galerie, Stuttgart, 2015; Was glänzt ist für den Augenblick, in collaborazione con Julia Herbrik, Theater Rampe, Stuttgart, 2015. www.anikejoycesadiq.net

Janis Rafa (Grecia, 1984)

JANIS-RAFA Vive e lavora tra Amsterdam e Atene. Ha completato la sua formazione in Belle Arti (BA, MA, PhD) presso l’Università di Leeds in Gran Bretagna con una borsa di studio da parte dell’Arts & Humanities Research Council. La sua ricerca spazia dalle pratiche del documentario sperimentale, ai video-essays, ai filmati d’archivio e, più recentemente, a narrazioni cinematografiche complesse e mediometraggi. Ha recentemente completato il programma di residenza presso la Rijksakademie van beeldende kunsten (2013-2014) ad Amsterdam con una borsa di studio della Fondazione Onassis (GR). La sua prima mostra personale è stata presentata alla Martin van Zomeren Gallery, Amsterdam, 2014. Tra le mostre collettive a cui ha partecipato: 1st Research Pavilion, Biennale di Venezia, 2015; Art Rotterdam Projections, Kunstvereniging Diepenheim, 2015; Ce que raconte la solitude, ART-O-RAMA, 2014; Rijksakademie OPEN, 2013 – 2014, Manifesta 8, 2010; No Soul For Sale, Tate Modern, 2010. I suoi film e i suoi video sono stati proiettati in festival e istituzioni come: International Film Festival Rotterdam, BFI London, Cinema de la Nouvelle Lune, Curtas Vila do Conde, Gulf Dubai Film Festival, Capalbio Cinema, Project Space Leeds, Rencontres Internationales, Centre National D’art Moderne – Centre Georges Pompidou, 2010, Reina Sofia National Museum e Haus der Kulturen der Welt. www.janisrafailidou.co.uk

Émilie Pitoiset (Parigi, 1980)

EMILIE-PITOISET Vive e lavora a Parigi. L’artista crea opere che generano una serie di personaggi e storie attraverso una narrativa continua che riflette sul formato espositivo attraverso elementi come il film e la performance. Il suo lavoro ha come punti di riferimento Woolf, Ackerman, Robbe-Grillet, Flaubert, Huysmans e Fassbinder che Pitoiset cita e indirizza verso una sottile “eroticizzazione” della vita di tutti i giorni. L’artista gioca con scenari misteriosi con i quali svela una grammatica visiva surreale che è allo stesso tempo enigmatica, noir e decadente. Tra le personali recenti: It’s all the gold that i have, Klemm’s Gallery, Berlino; The silent actions, Frac Champagne Ardenne, Reims e You are late. Ceremony in Les Eglises, Chelles. Pitoiset ha preso parte a numerose mostre collettive in musei come: Witte de With, Centre National D’Art Moderne – Centre Georges Pompidou, Palais de Tokyo, Badischer Kunstverein, Nassauischer Kunstverein Wiesbaden, Bielefeld Kunstverein, Museum Ostwall, Kadist Art Foundation. Le sue opere si trovano in numerose collezioni pubbliche e private tra cui il Centre National d’Art Moderne – Centre Georges Pompidou di Parigi. www.emiliepitoiset.net

Brud (Bangalore, India, 1983)

BRUD-ADITYA-MANDAYAM Aditya Mandayam vive e lavora in Polonia. Artista e scrittore, la sua attuale preoccupazione riguarda l’estetica della telepatia. In precedenza ha studiato linguistica, intelligenza artificiale, ha cucinato okonomiyaki e lucidato bare. L’anno scorso Mandayam e l’artista Ada Pola si sono trasformati nel collettivo artistico-parassita indo-polacco Brud. Operando fuori da un macello nel centro di Varsavia, Brud ha generato Kurz, una criptovaluta analogica, e Szybolet, un “sistema operativo open-source da installare in presenza di arte”. Ha partecipato a programmi di residenza come la Rijksakademie van beeldende kunsten, Amsterdam, 2012, e il Wiels, Bruxelles, 2013. Mostre recenti: Poland International, NN contemporanea, Northampton, 2015; Leise Jenius, Künstlerhaus Bethanien, Berlino, 2015; The Pink Spy, MHKA, Anversa, 2014; Zoon in a Zoot-Suit, kim?, Riga, Lettonia, 2014; Lost & Found, Amsterdam, 2014. www.uvuu.xyz

Giorgi Gago Gagoshidze (Kutaisi, Georgia, 1983)

GIORGI-GAGO-GAGOSHIDZE Vive e lavora a Berlino. Ha studiato presso la Tbilisi State Academy of Arts, dove ha ottenuto il master. Durante il periodo accademico ha fondato un collettivo con studenti e borsisti con i quali è stato attivamente impegnato nel mobilitare e organizzare un corpo studentesco per richiedere riforme sistemiche all’interno dell’Università. Questo processo e l’azione collettiva hanno portato al progetto on-going, Evolution of consciousness and the Post-Human Society, di cui è co-organizzatore e co-leader, che è stato creato all’inizio del mese di settembre 2015 con l’obiettivo di aumentare la coscienza della necessità di riformare il sistema educativo statale tramite il corpo studentesco. Ha proseguito gli studi alla KABK a L’Aia e nel 2012 entra a far parte della classe New Media presso l’Università delle Arti di Berlino, dove ha ricevuto la sua laurea e attualmente sta completando il master. Recentemente la sua attenzione si è spostata più verso l’immagine in movimento e la politica della produzione, della distribuzione e della circolazione delle immagini. Tra le mostre recenti: IMAGE IS A VIRUS // ON ACTIVISM ACUD, MACHT NEW, Berlino; Vision and Fear Station, GFZK Leipzig, Essen, 2015; The Next Generation V, Folkwang Museum, Berlino, 2014; What it is?, The Showroom, Berlino, 2014.

Roberto Fassone (Savigliano, 1986)

ROBERTO-FASSONE Vive e lavora ad Asti. Realizza lavori che esplorano e indagano i processi e le strategie che regolano la produzione di opere d’arte contemporanee. Nel 2012 ha creato sibi, un generatore di istruzioni per produrre potenziali opere d’arte. Il software è stato testato in occasione di workshop realizzati in collaborazione con università e istituzioni d’arte. Nel 2014 ha presentato Jeg Er Enorme Jævler, un film di 90 minuti composto da due parti e da una performance. Ha esposto e performato, tra le varie, presso Carroll/Fletcher, Londra, ZHdK, Zurigo, MARS Gallery, Melbourne, MAMbo, Bologna e Link Cabinet. Ha preso parte alla Jury Selection of the 17th Japan Media Arts Festival ed è stato recentemente selezionato per Live Work Performance Act Award a Fies (Dro). www.jamaicainroma.com

Hoël Duret (Nantes, 1988)

HOEL-DURET Vive e lavora tra Parigi, Brest e Nantes. Ha conseguito il master presso l’Ecole des Beaux-Arts di Nantes nel 2011. Come sintesi dell’ideologia del Do It Yourself e dell’utopia del nucleo familiare della American Way of Life, l’artigianato è centrale nel lavoro di Hoël Duret. Ciò che gli interessa nel processo della pratica amatoriale non è tanto l’estetica specifica dell’assemblaggio confuso, ma la ricerca, l’allestimento e la dimostrazione che lavorare in economia di mezzi può generare intelligenza produttiva. È stato insignito del Young Creation Award della Biennale di Mulhouse nel 2012, del Visual Arts Prize of the City of Nantes e dell’Yishu 8 Prize 2014. Nel 2015 ha esposto in mostre personali a Park Life Gallery, San Francisco; al Museo di Belle Arti di Mulhouse, alla LOOP Video Fair, Barcellona; e in una collettiva presso la Fondazione Salomon, Annecy. È stato anche invitato a partecipare a due mostre personali nel corso di due residenze a Yishu 8 Art Space, Pechino, e L’Oeil de Poisson, Contemporary Art Center, Quebec City. Nel 2016 prenderà parte al laboratorio di ricerca Le Pavillon Neufize OBC del Palais de Tokyo di Parigi e a una collettiva al Museo d’Arte di Seoul. www.hoelduret.com 

Alessandro Di Pietro (Messina, 1987)

DI_PIETRO Vive e lavora a Milano. La sua pratica artistica è focalizzata, in termini materiali e linguistici, sui processi di normalizzazione e di deviazione dalla norma. Negli ultimi due anni i principali progetti come New Void e A project on A Zed and Two Noughts (P. Greenaway, 1985) trovano il loro campo d’azione nella grammatica cinematografica provando ad avvicinare una metodologia di strategie produttive di nuove narrazioni. Principale mostra personale: La table basse, FPAC Bad New Business, Milan, 2014. Mostre collettive: TWO PERSON SHOW, CAB, Grenoble, 2015; Glitch at OCAT, Shanghaj, 2015; HPSCHD 1969-2015, MAMBO – Museo Arte Moderna Bologna, Bologna, 2015; Glitch. Interferenze tra Arte e Cinema, PAC – Padiglione d’Arte Contemporanea Milano, Milano, 2014; Zodiaco, CAR drde, Bologna, 2014; Primavera 2, CNEAI – Centre National Édition Art Image, Chatou, 2013; On File, Platforma Space, MNAC Annex, Bucharest, 2013; Constructional System, VIR – Viafarini in Residence, Milano, 2012.

LucFosther Diop (Douala, Cameroon, 1980)

LUCFOSTHER-DIOP Vive e lavora a Rotterdam e Douala (CM). Ha studiato Belle Arti presso l’Università Yaounde1 e alla Rijksakademie van beeldende kunsten di Amsterdam. LucFosther realizza film, fotografie, disegni, collage e installazioni. La sua ricerca trae origine da storie e fenomeni di razzismo, ingiustizia, propaganda, schiavitù, colonialismo, neo-colonialismo e imperialismo. Nella sua pratica si avvicina a questi concetti cercando strategie visive e metaforiche che gli consentono di esprimere aspetti specifici delle influenze e degli effetti del neo-colonialismo e dell’imperialismo, in particolare nel continente africano, e nel mondo. Il suo lavoro è stato esposto in mostre internazionali, tra cui Thessaloniki Biennale 2, 2009, XI Havana Biennale, 2012, XIV PhotoEspana, 2011, e XVIII SESC_Videobrasil Festival, 2013. Il suo video We Are One ha vinto il FAAP Artistic Residency Prize in occasione della XVIII Festival SESC_Videobrasil, 2013. Nello stesso anno ha ricevuto inoltre l’Unesco-Aschberg Award for French Africa. www.lucfostherdiop.com

Rebecca Digne (Marsiglia, 1982)

REBECCA-DIGNE Vive e lavora a Parigi. Cresciuta a Napoli, si laurea presso l’École Nationale Supérieure des Beaux-Arts de Paris. Per due anni (2010-2011) è residente alla Rijksakademie van beeldende kunsten ad Amsterdam per poi seguire il programma di residenza del Palais de Tokyo: Le Pavillon, a Parigi (2013-2014). Le opere di Rebecca Digne sono evocazioni enigmatiche che catturano la proiezione e lo spazio espositivo come in un “luogo di resistenza al tempo.” L’immagine, soggetto e mezzo, è gestita come un territorio in cui si mescolano questioni relative all’attesa, al tempo, all’identità, al gesto o al rituale. Tra le sue mostre recenti: Climats Artificiels, Fondation EDF, Parigi, 2015; 100 years later, Palais de Tokyo, Parigi, 2014, Profit and Non Profit, SpazioA, Pistoia, 2014; AB Show, Nomas Foundation, Roma; Facing Mercurio, Jeanine Hofland Contemporary Art Gallery, Amsterdam, 2013. Le sue opere si trovano in collezione al Centre National d’Art Moderne – Centre Georges Pompidou di Parigi. www.rebeccadigne.com

Speciale Grande Museo del Duomo e Palazzo Strozzi

A partire dal 1 novembre 2015 al 24 gennaio 2016 è stato possibile visitare la mostra Bellezza divina insieme al nuovo Museo dell’Opera del Duomo e il Battistero di San Giovanni grazie a uno speciale biglietto congiunto. La visita ha costituito uno straordinario percorso all’interno della città di Firenze, dal Medioevo all’arte moderna, sulle tracce di una riflessione tra il sacro e l’arte attraverso il confronto tra celebri opere, dalla Pietà Bandini di Michelangelo alla Pietà di Van Gogh, dalla Cantoria di Luca della Robbia all’Angelus di Millet, dalla Maddalena penitente di Donatello alla Crocifissione di Guttuso. Speciale biglietto congiunto intero € 12,00 Speciale biglietto congiunto ridotto € 6,00 (scuole, FAI, bambini dai 6 agli 11 anni) Speciale biglietto congiunto omaggio bambini fino ai 6 anni, diversamente abili e accompagnatore, insegnante con classe, accompagnatori di gruppi (min. 10 persone), giornalisti con tessera professionale, soci ICOM-ICOMOS, Firenzecard.

Viaggio nell’arte sacra in Toscana 1850-1960

In occasione della mostra Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana, la Fondazione Palazzo Strozzi ha realizzato una speciale guida e una mappa che conducono in un viaggio che porta a scoprire luoghi della Toscana in cui ritrovare testimonianze ed espressioni di oltre un secolo di arte sacra tra il 1850 e il 1960. Punto di partenza è Palazzo Strozzi insieme al Grande Museo del Duomo. Dalla città di Firenze si prosegue poi in un itinerario di oltre 50 luoghi di tutta la regione: un’occasione di scoperta e valorizzazione del territorio e una conferma del ruolo della Fondazione Palazzo Strozzi nella sperimentazione della fruizione dell’arte all’interno e fuori dalle proprie mura. La mappa include suggerimenti imprescindibili ma anche proposte meno scontate, per contemplare luoghi incantevoli, in cui spesso arte e natura si congiungono mirabilmente. Un tema, quello di più di quel secolo di arte sacra, che non è mai stato fatto oggetto di una pubblicazione che invitasse a percorrere la Toscana alla sua scoperta.   Scarica la speciale guida dedicata all’arte sacra in Toscana 1850-1960 Guida arte sacra   Scarica la pianta dedicata all’arte sacra in Toscana 1850-1960 Mappa arte sacra in Toscana

Palazzo Strozzi all’Institut français Firenze

Fondazione Palazzo Strozzi e Institut français Firenze celebrano il ruolo della cultura e dell’arte francese all’interno di Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana attraverso un calendario di appuntamenti che approfondiscono e forniscono nuovi punti di vista sulle tematiche e le opere degli artisti della mostra attraverso conferenze e proiezioni cinematografiche che si terranno presso l’Institut français Firenze (Firenze, piazza Ognissanti 2) tra ottobre e dicembre 2015. Dalla figura di Gino Severini e il suo rapporto con il filosofo francese Jacques Maritain alla ricognizione sulla storia e la fortuna del genere sacro nella pittura francese tra Ottocento e Novecento, fino alle visioni cinematografiche di grandi autori francesi su artisti come Vincent van Gogh, Pablo Picasso, Maurice Denis, Georges Rouault. Tutti gli appuntamenti si tengono presso l’Institut français Firenze in piazza Ognissanti 2, Firenze. Ingresso libero fino a esaurimento posti.   CONFERENZE Lunedì 5 ottobre, ore 18.00 Conferenza di Mirella Branca Gino Severini e Jacques Maritain Apporti del pensiero di Maritain nella decorazione murale sacra di Gino Severini tra fede e spiritualità. Lunedì 12 ottobre, ore 18.00 Conferenza di Laura Lombardi Dal Salon all’altare Temi sacri nella pittura francese dopo il 1860  Lunedì 19 ottobre, ore 18.00 Conferenza di Claudio Pizzorusso Maurice Denis, Fiesole, Beato Angelico   FILM Martedì 24 novembre, ore 20.00 Van Gogh di Maurice Pialat (FR, 1991, 158’) Martedì 1 dicembre, ore 20.00 Georges Rouault di Pierre Courthion e Isabelle Rouault (FR, 1968, 56') Martedì 15 dicembre, ore 20.00 Maurice Denis et la peinture nabie di Jean-Paul Bouillon ed Edwige Kertes (FR, 1993, 22’) Picasso, les couleurs de la passion di Alain Jaubert (FR, 1993, 30’)

Visite con i curatori della mostra

Un’occasione unica per scoprire la mostra Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana attraverso il racconto diretto dei curatori Lucia Mannini, Anna Mazzanti, Ludovica Sebregondi e Carlo Sisi. Quattro appuntamenti per approfondire le opere esposte, i collegamenti tra loro nel percorso espositivo e le tematiche correlate in un confronto con gli ideatori della mostra.   Giovedì 22 ottobre, ore 21.00 Il sacro e il moderno, da Segantini a Vedova Percorso in mostra con la curatrice Anna Mazzanti Giovedì 26 novembre, ore 21.00 Da Ciseri a Martini a Chagall: segni e metafore della storia nell'arte sacra Percorso in mostra con la curatrice Lucia Mannini Giovedì 3 dicembre, ore 21.00 Da Munch a Guttuso. Tra donna e Madonna Percorso in mostra con la curatrice Ludovica Sebregondi Giovedì 21 gennaio, ore 21.00 Visioni sacre nell'Ottocento da Antonio Ciseri a Odilon Redon Percorso in mostra con il curatore Carlo Sisi   La visita ha un costo di € 10,00 a persona oltre al biglietto di ingresso alla mostra. Prenotazione obbligatoria: tel. 055 2469600 prenotazioni@palazzostrozzi.org

Palazzo Strozzi alle Oblate e nelle biblioteche Comunali fiorentine

In occasione di ogni mostra la Fondazione Palazzo Strozzi organizza presentazioni delle mostre e laboratori per famiglie in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e altre biblioteche Comunali fiorentine. Attraverso scaffali dedicati la Biblioteca delle Oblate propone inoltre alcuni consigli di lettura sui temi delle mostre. Per Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana Palazzo Strozzi collabora con la Biblioteca delle Oblate, la Biblioteca Canova Isolotto, la Biblioteca dell’Orticultura e la Biblioteca Pietro Thouar che ospiteranno tre presentazioni della mostra con i curatori e un ciclo di attività per famiglie dal titolo Prendi parte all’arte, un’occasione per riflettere su tecniche e linguaggi dell’arte moderna. Tutte le attività sono a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. Per i laboratori è necessaria la prenotazione.   Presentazioni della mostra Martedì 6 ottobre, ore 18.00 Biblioteca delle Oblate, via dell’Oriuolo 26 Presentazione della mostra a cura di Carlo Sisi Ingresso libero fino a esaurimento posti Mercoledì 14 ottobre, ore 17.30 Biblioteca Canova Isolotto, via Chiusi 3/4 Presentazione della mostra a cura di Lucia Mannini Ingresso libero fino a esaurimento posti Giovedì 10 dicembre ore 17.00 Biblioteca Pietro Thouar, piazza Tasso 3 Presentazione della mostra a cura di Anna Mazzanti Ingresso libero fino a esaurimento posti Laboratorio per famiglie con bambini 5-10 anni Prendi parte all’arte Sabato 10 ottobre, 14 novembre e 5 dicembre, ore 11.00 Biblioteca delle Oblate, via dell’Oriuolo 26 Prenotazioni: tel. 055 2616512 Venerdì 27 novembre e 11 dicembre, ore 17.00 Biblioteca Orticultura, via Vittorio Emanuele II 4/via Bolognese 17 Prenotazioni: tel. 055 4627142   In occasione della mostra organizzata dalla Fondazione Palazzo Strozzi la Biblioteca delle Oblate vi propone alcuni consigli di lettura sui temi trattati e gli artisti che l'hanno ispirata. Consulta la bibliografia.

Martedì al Cinema con Palazzo Strozzi

Rassegna cinematografica a cura della Fondazione Palazzo Strozzi e Cinema Odeon Cinema Odeon, Piazza Strozzi/Via degli Anselmi. Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. La bellezza, il sacro, il cinema. La decima edizione di Martedì al cinema con Palazzo Strozzi propone quattro serate dedicate a quattro grandi autori della storia del cinema: Luis Buñuel, Andrej Tarkovskij, Martin Scorsese e Pier Paolo Pasolini. La rassegna intreccia strade e percorsi artistici diversi che nel Novecento hanno segnato la riscoperta e la rielaborazione di storie e figure legate alla tradizione religiosa del Cristianesimo, “modelli” a cui il cinema ha guardato come strumenti di rottura per riflettere sulle tante contraddizioni della modernità. Dallo sguardo provocatorio e dissacrante di Buñuel ai grandi affreschi spirituali di Tarkovskij, dal Cristo “scandaloso” di Scorsese a quello epico e rivoluzionario di Pasolini, la rassegna propone un'affascinante avventura fatta di storie, immagini, suoni, visioni.   Calendario: Martedì 6 ottobre, ore 20.30 Un chien andalou, di Luis Buñuel (FR, 1929, 19'), versione originale francese con sottotitoli in italiano. Viridiana di Luis Buñuel (MEX, SP, 1961, 90'), versione originale spagnola con sottotitoli in italiano. Martedì 13 ottobre, ore 20.30 Andrej Rublëv, di Andrej Tarkovskij (URSS, 1966, 205'), versione originale russa con sottotitoli in italiano. Martedì 20 ottobre, ore 21.00 L'Ultima tentazione di Cristo, di Martin Scorsese (USA, 1988, 164'), versione doppiata in italiano. Martedì 27 ottobre, ore 20.30 Il Vangelo secondo Matteo, di Pier Paolo Pasolini (IT, FR, 1964, 137'), versione originale italiana senza sottotitoli.

Speciale collaborazione tra Palazzo Strozzi e Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze 2015

Palazzo Corsini

Due grandi mostre a Firenze celebrano l’arte italiana e internazionale

In concomitanza con la mostra di Palazzo Strozzi Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana (24 settembre 2015-24 gennaio 2016), si tiene a Firenze la XXIX edizione di BIAF - Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze, che dal 26 settembre al 4 ottobre 2015 riunirà a Palazzo Corsini 88 mercanti d'arte antica e moderna, di cui 27 stranieri.

Le due manifestazioni offrono un’occasione unica alla città di Firenze attraverso l’esposizione di grandi opere internazionali in un ideale percorso congiunto. L’esposizione di Palazzo Strozzi accoglie numerose opere provenienti da privati, che rivelano il rapporto con il mondo del collezionismo e che – unitamente a quelle giunte dai principali musei del mondo – consentono di presentare un periodo fondamentale dell’arte, da un’ottica particolare. La Biennale, che il nuovo Segretario Generale Fabrizio Moretti definisce “la vetrina mondiale dell'arte italiana”, riunirà nel nuovo percorso espositivo a cura di Pierluigi Pizzi, dipinti, sculture, mobili, manoscritti e disegni di altissima qualità attentamente selezionati e garantiti da un vetting internazionale molto autorevole.

Tutti i visitatori della mostra di Palazzo Strozzi avranno l’opportunità di visitare la mostra della Biennale presso Palazzo Corsini al prezzo speciale di € 10,00, anziché € 15,00 e, viceversa, tutti i visitatori della Biennale potranno visitare la mostra Bellezza divina tra Van Gogh, Chagall e Fontana al prezzo ridotto di € 8,50.

Martedì al Cinema con Palazzo Strozzi – Potere e pathos

Rassegna cinematografica a cura della Fondazione Palazzo Strozzi e Cinema Odeon Cinema Odeon, Piazza Strozzi/Via degli Anselmi. Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. Il potere, il pathos, il cinema. La selezione di film di questa nona edizione dei “Martedì al Cinema con Palazzo Strozzi” intreccia strade e percorsi artistici diversi che nel Novecento e oltre hanno segnato la rielaborazione dei miti della civiltà classica, un “modello” a cui il cinema ha guardato come fonte d’ispirazione per la costruzione di grandi racconti epici, ma anche come strumento privilegiato per riflettere sulle tante contraddizioni della modernità. Dall’indagine poetica sulle origini della civiltà da parte di Pasolini ai grandi affreschi di Fellini, dalle inquietudini storiche di Kubrick alla potente spettacolarità ideologica della Hollywood contemporanea, la rassegna propone un’affascinante avventura fatta di storie, immagini, suoni, visioni. Calendario: Martedì 14 aprile, ore 20.30 Alexander, regia di Oliver Stone (USA, 2004, 214’), versione inglese con sottotitoli in italiano. Martedì 28 aprile, ore 20.30 Medea, regia di Pier Paolo Pasolini (I, FR, D, 1969, 118’), versione italiana con sottotitoli in inglese. Martedì 5 maggio, ore 20.30 Agorà, regia di Alejandro Amenábar (E, 2009, 126’), versione inglese con sottotitoli in italiano. Martedì 12 maggio, ore 20.30 Satyricon, regia di Federico Fellini (I, 1969, 129’), versione italiana. Martedì 19 maggio, ore 20.30 Spartacus, regia di Stanley Kubrick (USA, 1960, 189’), versione inglese con sottotitoli in italiano.  

Palazzo Strozzi alle Oblate e nelle biblioteche fiorentine – Potere e pathos

Palazzo Strozzi organizza presentazioni delle mostre e laboratori per famiglie in collaborazione con la Biblioteca delle Oblate e altre biblioteche cittadine. Mille e una storia è l’attività per famiglie che valorizza il potenziale narrativo delle opere d’arte attraverso l’immaginazione di storie e racconti. Prendi parte all’arte contemporanea permette invece di scoprire i tanti linguaggi dell’arte di oggi. Attraverso scaffali dedicati la Biblioteca delle Oblate propone inoltre alcuni consigli di lettura sui temi delle mostre di Palazzo Strozzi. Tutte le attività sono a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. Per i laboratori è necessaria la prenotazione: Biblioteca delle Oblate - tel. +39 055 2616512; Biblioteca dei Ragazzi di Santa Croce - tel. +39 055 2478551; Biblioteca dell’Orticoltura - tel. +39 055 4627142. CALENDARIO Presentazioni delle mostre - martedì 17 marzo, ore 18.00, Biblioteca delle Oblate, Via dell’Oriuolo 26 Andrea Pessina e Barbara Arbeid presentano le mostre Potere e pathos e Piccoli grandi bronzi - lunedì 13 aprile, ore 18.00, Biblioteca delle Oblate, Via dell’Oriuolo 26 Lorenzo Benedetti presenta Anche le sculture muoiono - giovedì 9 aprile, ore 17.00, Biblioteca Luzi, Via dell’Arcolaio 1 Ludovica Sebregondi presenta Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico - giovedì 14 maggio, ore 17.00, Biblioteca Thouar, Piazza Tasso 3 Riccardo Lami presenta Anche le sculture muoiono   Attività per famiglie Mille e una storia dei Bronzi ellenistici sabato 28 marzo e 9 maggio, ore 11.00, Biblioteca delle Oblate - Sezione Bambini e Ragazzi giovedì 26 marzo, ore 17.00 Biblioteca dei Ragazzi di Santa Croce, Via Tripoli 34 venerdì 15 maggio, ore 17.00, Biblioteca dell’Orticoltura, Via Vittorio Emanuele II 4 / Via Bolognese 17   Attività per famiglie Prendi parte all’arte contemporanea sabato 11 aprile e 13 giugno, ore 11.00, Biblioteca delle Oblate - Sezione Bambini e Ragazzi

Ciclo di conferenze

Un ciclo di incontri per approfondire i temi della mostra di Palazzo Strozzi Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico.   Giovedì 9 aprile, ore 18.00 Lyceum Club Internazionale di Firenze - Palazzo Giugni Fraschetti, Via Alfani 48. Paolo Moreno, La pittura ellenistica   Martedì 26 maggio, ore 18.00 Palazzo Strozzi, Sala Ferri Fabio Isman, I predatori dell’arte perduta   Martedì 16 giugno, ore 18.00 Palazzo Strozzi, Altana Gianfranco Adornato, Lo sguardo negato: l’arte ellenistica tra osservatori curiosi e statue “viventi”   Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili. La presenza alle conferenze dà diritto a un timbro sul Passaporto Archeologia in Toscana.  

Scopri l’Archeologia in Toscana

In occasione della mostra Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico allestita a Palazzo Strozzi a Firenze (14 marzo-21 giugno 2015), e che sarà in seguito al J. Paul Getty Museum di Los Angeles e alla National Gallery of Art di Washington, la Toscana celebra e scopre il proprio patrimonio archeologico. L’itinerario – partendo da Palazzo Strozzi e dal Museo Archeologico Nazionale di Firenze che ospita la mostra Piccoli grandi bronzi. Capolavori greci, etruschi e romani (20 marzo-21 giugno 2015) – suggerisce luoghi della Toscana che accolgono importanti musei e affascinanti siti archeologici. Sarà così possibile approfondire alcuni temi delle mostre, spesso immersi in un contesto naturalistico e paesaggistico tra i più belli della regione. Scarica la pianta dedicata ai Luoghi dell'Archeologia in Toscana Archeologia-in-Toscana Per le informazioni dettagliate su tutti i luoghi www.turismo.intoscana.it/archeologia2015

Visite guidate speciali – I segreti del bronzo

In occasione della mostra Potere e pathos. Bronzi del mondo ellenistico la Fondazione Palazzo Strozzi organizza un ciclo di visite speciali gratuite presso due Fonderie storiche di Firenze. Un'occasione unica per scoprire i segreti della lavorazione del bronzo. CALENDARIO Mercoledì 15 e 22 aprile, ore 10.30 Visita alla Fonderia Artistica Ferdinando Marinelli Barberino Val d'Elsa, via Boccaccio 11/A Giovedì 14 e 21 maggio, ore 15.00 Visita alla Fonderia Ciglia & Carrai Cascine del Riccio, via Guido Rossa 1/3 Prenotazione obbligatoria tel. 055 2469600 Max 20 partecipanti sopra i 15 anni

Socialize!

Rimani aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter

Vuoi ricevere informazioni su tutti gli eventi e le attività di Palazzo Strozzi? Inserisci il tuo indirizzo e-mail:

La tua e-mail sarà al sicuro: non riceverai spam e potrai cancellarti in qualsiasi momento con un semplice click!