Geografie complesse Un workshop per adulti con l’artista Elena Mazzi

sabato 12 novembre 2022

10.00-17.00

Un workshop per adulti dedicato all’indagine sulla rotta commerciale che collega la Cina all’Europa attraverso un nuovo passaggio artico, derivato dallo scioglimento dei ghiacci.

Il lavoro di Elena Mazzi parte dall’esame di territori specifici, ne reinterpreta il patrimonio culturale e naturale, intrecciando storie, fatti e fantasie tramandate dalle comunità locali, per suggerire possibili risoluzioni al conflitto uomo-natura-cultura.

In occasione della mostra Eco-esistenze: forme del naturale e dell’artificiale (in collaborazione con il Master in Curatorial Practice di IED Firenze) Elena Mazzi ha sviluppato un workshop per adulti incentrato sull’indagine delle pratiche di sfruttamento territoriali neoliberiste, prendendo spunto dalla sua ultima ricerca sulla nuova rotta commerciale che collega Cina e Europa attraverso un nuovo passaggio artico. Questa nuova “via della seta”, resa possibile dallo scioglimento dei ghiacciai e dall’uso di rompighiaccio, diventerà un passaggio chiave del commercio internazionale, accorciando di 15 giorni il tempo di viaggio rispetto alla rotta del canale di Suez. Iniziata nel 2018, la ricerca è stata condotta attraverso visite presso siti strategici e interviste con persone coinvolte nel progetto, facendo luce sui molteplici interessi geopolitici che operano nella regione artica e su come il surriscaldamento globale venga utilizzato per l’avanzamento di nuovi sistemi logistici ed infrastrutturali.

Il workshop sarà strutturato in due momenti: la prima parte teorica, con interventi di giornalisti ed esperti di geopolitica e storia come “Osservatorio Artico” e Marzio Mian, la seconda pratica, andando a definire e realizzare nuove mappature (geografiche, geopolitiche, sociali e ambientali) di questo territorio complesso e articolato attraverso una pratica di lavoro individuale e di gruppo.

Attività gratuita, su prenotazione fino esaurimento posti disponibili.
L’attività si svolgerà nei laboratori della Fondazione Palazzo Strozzi.
Per partecipare non sono richieste competenze artistiche
Durata del workshop: 10.00-17.00

Biografie

Elena Mazzi (Reggio Emilia, 1984) ha studiato all’Università di Siena, allo IUAV di Venezia e al Royal Institute of Art (Konsthögskolan) di Stoccolma. Il suo lavoro è stato presentato in numerose mostre in Italia e all’estero: der TANK a Basilea, MADRE a Napoli, ar/ge kunst a Bolzano, Södertälje Konsthall a Stoccolma, Whitechapel Gallery a Londra, BOZAR a Bruxelles, Sonje Art Center a Seoul, Palazzo Fortuny a Venezia, Fondazione Golinelli a Bologna, 16° Quadriennale di Roma, GAM di Torino, 14° Biennale di Istanbul. Ha frequentato programmi di residenze internazionali e d è tra le vincitrici di Cantica21, progetto promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e il Ministero della Cultura, e la 7° edizione dell’Italian Council sostenuto dal Ministero della Cultura Italiana.

“Osservatorio Artico” è la prima rivista italiana dedicata interamente al mondo artico. Nato alla fine del 2018, il magazine raccoglie gli interventi di analisti, esperti, ricercatori e giornalisti sulle varie tematiche che riguardano la regione polare. Dall’ambiente alla geopolitica, dalle nuove possibili rotte marittime ai cambiamenti sociali e culturali, “Osservatorio Artico” si propone di essere il magazine di riferimento per chi vuole approfondire la conoscenza di un’area così particolare. Dal 2019 “Osservatorio Artico” è Media Partner della Marina Militare per la missione “High North”, ed è partner dell’Istituto di Scienze Polari del CNR”.

Marzio Mian è giornalista e fondatore con altri giornalisti internazionali della società no profit The Arctic Times Project con sede negli Stati Uniti. È stato per sette anni vicedirettore di “Io donna”. Ha realizzato inchieste e reportage in 56 paesi. Nel 2017 ha pubblicato il libro “Artico. La battaglia per il Grande Nord” (Neri Pozza).

Informazioni
Dipartimento Educazione

edu@palazzostrozzi.org

In copertina: Elena Mazzi, The upcoming Polar Silk Road, still da video, 2021. Opera selezionata dall’avviso pubblico “Cantica21. Italian Contemporary Art Everywhere” – Sezione Over 35 promosso da MAECI-DGSP/MiC-DGCC. Winner of the Public Call “Cantica21.ItalianContemporaryArtEverywhere” -Over35 Section promoted by MAECI-DGSPandMiC-DGCC