Museo Aero Solar

Museo Aero Solar è una grande scultura volante realizzata esclusivamente da sacchetti di plastica riutilizzati. Il progetto, nato nel 2007 da un’idea di Tomás Saraceno in conversazione con Alberto Pesavento, è stato realizzato in 21 paesi. 

Il progetto rappresenta un’occasione per trasformare quello che consideriamo spazzatura in un oggetto capace di mettere insieme il lavoro di un’intera comunità e incarna la visione di un futuro senza inquinamento.

In occasione della mostra di Tomás Saraceno. Aria La Fondazione Palazzo Strozzi ha avviato una collaborazione con IED (Istituto Europeo di Design) e Aerocene Foundation per realizzare un nuovo Museo Aero Solar. Gli studenti di IED sono stati coinvolti nella progettazione di una campagna di comunicazione per far conoscere il progetto e invitare i visitatori della mostra a portare i propri sacchetti di plastica a Palazzo Strozzi.

L’attuale situazione sanitaria ha bloccato la prosecuzione del progetto e impedito la realizzazione della scultura collettiva, ma ha dato lo stimolo per ripensare le modalità di condivisione e partecipazione nei mesi di distanziamento sociale.

Come possiamo rafforzare il senso di comunità nonostante la distanza? Come possiamo essere vicini ma distanti?

Dal 29 giugno sarà disponibile una speciale sezione sul sito che permetterà di raccogliere le parole, i disegni e le fotografie di tutti coloro che vorranno contribuire alla discussione.

Al termine della raccolta tutti i contributi saranno assemblati in un nuovo Museo Aero Solar che volerà digitalmente.

Il progetto è realizzato in collaborazione con IED, Publiacqua e Aerocene Foundation.